Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2017

FIRENZE: ARRESTATI 2 LADRI TECNOLOGICI DI AUTO

NARCOS CAMPANO ARRESTATO A VENTIMIGLIA

IL PUNTO SU ASSE CAMORRA TRIADI RIFIUTI IN TOSCANA

LE CORSE CLANDESTINE DELLA 'NDRANGHETA

CLAN PESCE 20 ARRESTI

SI PENTE BOSS FEMIA

SEN. LUMIA SU SCARCERAZIONE VENTURA

La scarcerazione del boss Filippo Ventura desta molta preoccupazione in relazione al condizionamento criminale nella provincia di Ragusa. È questo un territorio fortemente infiltrato dalla criminalità organizzata che ho avuto modo di denunciare in più occasioni attraverso numeroseinterrogazioni parlamentari. Ventura è considerato unanimemente il capomafia del clan “Carbonaro-Dominante” e condannato anche per questa ragione. Inoltre è fratello diGiambattista Ventura, altro esponente di spicco della mafia locale che, di recente, è stato condannato per aver minacciato di morte il giornalista . Ritengo indispensabile a mantenere alta l’attenzione. Pertanto presenterò al più presto una nuovainterrogazione al governo. Giuseppe Lumia

SEN. GIARRUSSO CONTRO SCARCERAZIONE VENTURA

VENERDÌ 21 APRILE 2017 16.32.53

Mafia: scarcerato boss Ventura; Giarrusso (M5S), vergogna

Mafia: scarcerato boss Ventura; Giarrusso (M5S), vergogna E' libero per fine pena dopo aver scontato 9 anni reclusione (ANSA) - PALERMO, 21 APR - "+ una vergogna che una persona che è stata coinvolta in reati di questa gravità sia libera di girare tranquillamente per le vie della sua città, questa non è lotta alla mafia, questa è connivenza. Bisogna essere chiari nelle scelte che si fanno e la scarcerazione del sanguinario capomafia di Vittoria, Filippo Ventura, è uno scandalo prodotto dal Pd e dalla sua finta lotta alla mafia. Una scelta di campo: chi ci governa ha scelto la linea morbida verso i mafiosi". Lo afferma il senatore del Movimento 5 Stelle e componente della Commissione Antimafia, Mario Michele Giarrusso, che annuncia un'interrogazione, commentando la scarcerazione per fine pena di Filippo Ventura, mafioso ragusano che ha scontato 9 anni di carcere. Filippo Ventura …

BORSELLINO QUATER: LA PRESCRIZIONE SALVA CHI DEPISTÒ

CONFISCA DIA A CASTELVETRANO

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA

COMUNICATO

LA D.I.A. DI TRAPANI CONFISCA IL PATRIMONIO DI FILARDO GIOVANNI, IMPRENDITORE MAFIOSO DI CASTELVETRANO,
 CUGINO DEL LATITANTE MATTEO MESSINA DENARO


La Direzione Investigativa Antimafia di Trapani ha eseguito la confisca del patrimonio mobiliare, immobiliare e societario riconducibile a FILARDO Giovanni, imprenditore edile originario di Castelvetrano (TP) attualmente detenuto in carcere, cugino di primo grado del latitante Matteo MESSINA DENARO.
Con lo stesso provvedimento, emesso dal Tribunale di Trapani – Sezione Misure di Prevenzione (Presidente Dott. Piero Grillo, giudice estensore dott.ssa Chiara Badalucco), è stata disposta, nei suoi confronti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di dimora per anni quattro.
La storia criminale di FILARDO Giovanni inizia nel 2010, quando venne tratto in arresto nell’ambito dell’operazione GOLEM fase II, poiché gravemente indiziato, tra l’altro, di concorso nell’associazione mafiosa…

INCHIESTA ANAS DA FIRENZE ARRIVA IN SICILIA

CC CROTONE SMANTELLANO TRAFFICO DI TARTARUGHE

REGIONE CARABINIERI “CALABRIA”
Comando Provinciale di Crotone
COMUNICATO STAMPA
CROTONE:Carabinieri e Guardie Ecozoofile: sequestrate 171 tartarughe
Nella giornata di ieri, gli agenti del Nucleo Operativo del Corpo Guardie Ecozoofile Fareambiente Crotone, unitamente ai militari del N.O.R.M. – Aliquota Radiomobile della Compagnia CC, coordinati dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Crotone, nell’ambito di una attività investigativa volta al contrasto del traffico illecito di animali protetti, hanno posto sotto sequestro 171esemplari di tartaruga “Testudo Hermanni”, specie protetta dal CITIES (Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie selvatiche minacciate di estinzione). Le persone che le detenevano, M.C. cl’52 e L.C. cl’91, entrambi pregiudicati di Rocca di Neto (KR) ai fini della vendita in mancanza delle prescritte autorizzazioni, sono state sorprese all’interno del parcheggio del Centro Commerciale “Le Spighe” nel tentativo di vender…

TANGEZIALE NAPOLI: APPALTI AI CASALESI

OPERAZIONE DIA REGGIO CALABRIA

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA
COMUNICATO STAMPA

LA D.I.A. DI REGGIO CALABRIA
SEQUESTRA IL PATRIMONIO DI UN IMPRENDITORE REGGINO
IN RAPPORTI DI STRETTA VICINANZA CON LA ‘NDRANGHETA

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria, coordinata della locale Procura della Repubblica – D.D.A., ha eseguito un provvedimento di sequestro di beni emesso da quel Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta del Direttore della D.I.A., Nunzio Antonio FERLA, nei confronti di ARICÒ Rosario, 57enne di Reggio Calabria, con trascorsi lavorativi nel settore dell’ortofrutta.

In passato l’ARICÒ, a seguito del coinvolgimento nell’ambito dell’operazione “ARCHI”, è stato condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione con Sentenza emessa dalla Corte di Appello di Reggio Calabria, divenuta definitiva nel 2015, per associazione mafiosa, quale partecipe della cosca “Tegano”.

In particolare, dalle relative indagini era emerso che lo stesso svolgeva attività di supporto alle azioni criminali dell…

CAMORRA: 30 ARRESTI

IL PORTO DI LIVORNO IN ASSE CON GIOIA TAURO

GLI STIPENDI DEL CLAN TRIGILA

SCALIA: COME MAI I LATITANTI VENGONO ARRESTATI IN TOSCANA

CORRUZIONE SISTEMICA MA NON ASSOCIATIVA A PISTOIA

CALLERI - LUMIA: ALLARME RICICLAGGIO IN VERSILIA

ACCADE IN TOSCANA: 2 CONDANNATI PER USURA MA NON PER CAMORRA

CALCIO JUVENTUS : LA MAFIA RUMENA CHIESE ALLA 'NDRANGHETA DI OCCUPARSI DI BAGARINAGGIO A TORINO

LATITANTE COSA NOSTRA ARRESTATO IN PROVINCIA DI PISTOIA

IN DIFESA DI ADRIANA MUSELLA

NARCOS LANCIANO PERSONE DAGLI AEREI IN MESSICO

LA CAMORRA E LA CURVA DEL NAPOLI

LA DIA FA LUCE SUL CAS

MAFIA A TAORMINA : 4 ARRESTI

RAPINATI DA TRE BANDITI NELLA NOTTE A FIRENZE

NARCOS ALBANESI 33 ARRESTI IN LOMBARDIA E VENETO

MAFIA E CAS: ARRESTI

IL PERCORSO DELL'ORO NERO AD AREZZO

COSA NOSTRA: ERGASTOLO AL BOSS MESSINA

COSA NOSTRA: 9 ARRESTI TRA CATANIA E SIRACUSA

MAFIA E RIFIUTI IN SARDEGNA

LA REQUISITORIA SU MAFIA CAPITALE

BAR TRIBUNALE DI TORINO GESTITO DALLA CAMORRA

DIRETTORE AGENZIA ENTRATE GENOVA ARRESTATO PER CORRUZIONE

OPERAZIONE DIA AD EBOLI

BOSS YAKUZA OBBLIGATO A RESTITUIRE SOLDI ESTORSIONE PLURIENNALE

LA YAKUZA ED IL TRAFFICO DI RIFIUTI

NUORO: COMMERCIANTE CINESE UCCISA A COLTELLATE DURANTE RAPINA

416 BIS PER LA MAFIA NIGERIANA

FONDAZIONE CAPONNETTO: È ORA DI FINIRLA CON LA PAR CONDICIO TRA MAFIA ED ANTIMAFIA

REGGIO CALABRIA : CONFISCA DA 84 MILIONI

FIRENZE : ARRESTATO EX GOVERNATORE MESSICANO NARCOS

MAFIA E CALCIO IN SPAGNA

TORNA LO SPACCIO IN PIAZZA TASSO A FIRENZE

CATANIA: OPERAZIONE RESET