Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2015

SEGNALO ARTICOLO INCHIOSTRO SCOMODO

SEGNALO ARTICOLO SU VITTORIA

GUARDIA GIURATA UCCISA A RAVENNA

CLAN BARI: ARRESTI E SEQUESTRO BAZOOKA

TRE RAPINE A FIRENZE

AFRAGOLA: 40ENNE UCCISO IN STRADA

BAGNARA CALABRA: RIFERIMENTI PRESENTA ESPOSTO

In riferimento alla grave situazione in cui versa il Comune di Bagnara Calabra e alla nota precedentemente inviata ,comunichiamo che da notizie pervenute e documentate,sembra accertato che la spazzatura accumulata nel PIAZZALE MUSELLA,dedicato ad una vittima di mafia,sia reperita da altri siti e appositamente depositata li'......proprio a cornice della lapide. Crediamo che questo sia il massimo della prova che questo comune non sia stato per caso sciolto per mafia e che,comunque,l'andazzo continua nonostante tutto....... In data odierna,il Coordinamento Riferimenti ha inoltrato immediata denunzia alla Procura della Repubblica accompagnata da un dettagliato esposto pervenuto all'associazione a firma di alcuni cittadini e trasmesso anche alla Prefettura di Reggio Calabria..... Ci auguriamo che la ricreazione per gli amici degli amici che continuano ad agire indisturbati,tenendo sotto scacco un intero Paese e paralizzando l'attivita' della triade Commissariale, fi…

CONFISCA BENI AD 'NDRANGHETA PER 40 MILIONI

CAMORRA: SEQUESTRATE 200 BUFALE

OPERAZIONE DIA REGGIO CALABRIA

PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il Tribunale di Reggio Calabria DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA COMUNICATO STAMPA MAXI-OPERAZIONE D.I.A. REGGIO CALABRIA: ESEGUITO UN DECRETO DI SEQUESTRO E CONFISCA DI BENI AD UN IMPRENDITORE DELLA FASCIA JONICA CONTIGUO ALLA COSCA “AQUINO” PER CIRCA 21 MILIONI DI EURO Il Centro Operativo D.I.A. di Reggio Calabria ha eseguito il decreto di sequestro e contestuale confisca di beni, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale reggino, su proposta del Direttore della D.I.A., nei confronti di VERDIGLIONE Bruno, 57enne di Caulonia (RC), noto imprenditore nei settori edilizio, immobiliare ed alberghiero - attualmente sottoposto agli arresti domiciliari - ritenuto colluso con la cosca “AQUINO”, particolarmente attiva nel versante ionico reggino. VERDIGLIONE Bruno risulta essere stato coinvolto, recentemente, in due importanti operazioni di polizia giudiziaria coordinate dalla DDA di Reggio Calabria, denominate rispettivamente “CINQUE STELL…

MUSELLA SU BAGNARA CALABRA

LETTERA APERTA AL prefetto di reggio calabria e al Procuraratore della Repubblica SCIOGLIERE PER MAFIA UN COMUNE NON BASTA QUANDO SI LASCIA L'ENTE IN BALIA DELLA BUROCRAZIA D'ANNATA....... Bagnara Calabra....CHIEDIAMO INDAGINI SERIE E APPROFONDITE AGLI ORGANI INQUIRENTI....... Da notizie ed esposti giunti al Coordinamento antimafia Riferimenti ,la cittadina di Bagnara Calabra vive nel caos piu' assoluto. Chiediamo alle autorita' competenti ,nonche al giornalismo d'inchiesta,di attenzionare l'attivita' della burocrazia ,a partire dall'ufficio tecnico ,in questo comune ,sciolto per mafia nella sua componente politica ma titolare di pesanti eredita' che determinano ingovernabilita'. La situazione di disagio era gia' stata da noi segnalata alla prefettura di Reggio Calabria cui avevamo inoltrato atti a noi per enuti.Ad oggi riteniamo si sia aggravata e di molto. Questa e' Piazza Musella a Bagnara ,dedicata ad una vittima di mafia uccis…

DIA REGGIO CALABRIA: CONFISCA DA 21 MILIONI

PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il Tribunale di Reggio Calabria DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA COMUNICATO STAMPA MAXI-OPERAZIONE D.I.A. REGGIO CALABRIA: ESEGUITO UN DECRETO DI SEQUESTRO E CONFISCA DI BENI AD UN IMPRENDITORE DELLA FASCIA JONICA CONTIGUO ALLA COSCA “AQUINO” PER CIRCA 21 MILIONI DI EURO Il Centro Operativo D.I.A. di Reggio Calabria ha eseguito un decreto di sequestro e contestuale confisca di beni, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale reggino, su proposta del Direttore della DIA, nei confronti di un noto imprenditore operante nei settori edilizio, immobiliare ed alberghiero, ritenuto colluso con una delle cosche storiche del versante ionico della provincia. Il valore del patrimonio oggetto della predetta misura ablativa è stato stimato in circa 21 milioni di euro ed è costituito da alcune società, numerosi immobili e vari rapporti finanziari. I dettagli dell’attività svolta saranno illustrati nell’ambito di una conferenza stampa presieduta …

OSTIA: NON SI TROVANO I TRADUTTORI ROM

COMUNICATO SU OPERAZIONE "KAMARINA DRUGS" DI RAGUSA

Operazione “Kamarina drugs”. Movida estiva ragusana con ecstasy nel reggiseno e coca-party, 14 arresti da parte dei carabinieri. Ragusa, martedì 29 dicembre 2015. Alle prime luci dell’alba di oggi, militari della Compagnia Carabinieri di Ragusa, a conclusione di una complessa e articolata attività d’indagine, ha dato esecuzione, in Santa Croce Camerina, Ragusa e Ciriè (TO), a 13 misure di custodia cautelare, di cui 7 in carcere e 6 agli arresti domiciliari, emesse dal Gip del Tribunale di Ragusa, dott. Claudio Maggioni, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nella persona del sostituto procuratore dott.ssa Valentina Botti, che ha concordato con le risultanze investigative raccolte dal Nucleo operativo carabinieri ragusano, a carico di pregiudicati italiani e stranieri tutti appartenenti ad un sodalizio specializzato nello smercio di droga di diversi tipi. Sono stati sequestrati complessivamente, nel corso dell’indagine, quasi quattro chilogrammi di droga, principalme…

SMANTELLATA ORGANIZZAZIONE NARCOS A RAGUSA

Operazione “Kamarina drugs”. Ecstasy e coca per la movida ragusana, è in corso un blitz con numerosi arresti contro una gang italo-albano-tunisina da parte dei carabinieri. Ragusa, martedì 29 dicembre 2015. Dalle prime ore di questa mattina, circa settanta Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa stanno dando esecuzione a tredici provvedimenti cautelari personali emessi dal GIP del Tribunale di Ragusa su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di altrettanti soggetti dediti al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, operanti prevalentemente in questa provincia. Allo stesso tempo sono in corso numerose perquisizioni nei confronti di tutti gli indagati e di altri soggetti coinvolti nell’inchiesta. I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un’indagine, condotta dai Carabinieri della Compagnia di Ragusa e coordinata dalla Procura Iblea, che ha consentito di accertare che gli indagati italiani e stranieri, alcuni dei quali gravati da numer…

RAGUSA: LA PROVINCIA CON 4 MAFIE

ADRIANA MUSELLA INTERVIENE SUL CALCIO DI LOCRI

Nella vicenda dello Sporting calcio Locri non é in gioco solo,una squadra che vuol fare sport ma un gruppo di persone alle quali viene tolto il Diritto Sacrosanto dell'autodeterminazione e alla libertà.Riteniamo che in questa vicenda le vere vittime siano lo sport e le ragazze che tanti sacrifici hanno affrontato in questi anni per vedere oggi i loro sogni spezzati dalla vigliaccheria e dalla sopraffazione.Che ci sia o meno la 'ndrangheta sotto questa faccenda non possiamo dirlo ma che la metodologia usata sia mafiosa e che l'operazione e' comunque delinquenziale questo non si puo' negare. Solo dall'esito delle indagini potremo saperne di piu'. Al momento di certo la vicenda appare molto poco chiara e qualunque ipotesti va vagliata. La cosa certa,la sola e' che Il messaggio lasciato passare e' che le minacce ordinano e le teste si chinano e obbediscono.Questo non possiamo permetterlo.Per tale motivo Il Coordinamento antimafia Riferimenti,da semp…

ESECUZIONE DI CALCIATORI ED EX IN CENTRO AMERICA

NOVITÀ SUL PROCESSO AI PRESTANOME DI BARBIERI

ALLA 'NDRANGHETA A LOCRI NON PIACE IL CALCIO A 5 FEMMINILE?

ARRESTATO BOSS LATITANTE CAMORRA

AGGUATO AD ERCOLANO

DIA CALTANISSETTA: SEQUESTRI PER 63 MILIONI NEL 2015

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA COMUNICATO STAMPA La D.I.A. di Caltanissetta confisca
beni per un valore di oltre 1 milione di euro. Nel 2015 i patrimoni sequestrati e confiscati ammontano a circa 63 milioni di euro. La Direzione Investigativa Antimafia di Caltanissetta sta procedendo all’esecuzione di un decreto di confisca definitiva di beni emesso, ai sensi della normativa antimafia, dalla locale Corte di Appello, a seguito di proposta del Direttore della D.I.A., nei confronti di Francesco “Ciccio” ANNALORO, 65enne di Riesi (CL). Personaggio “storico” di Cosa Nostra nissena, ANNALORO Francesco, figlio del defunto boss Luigi, sta attualmente scontando la pena dell’ergastolo - derivante dal cumulo delle pene di complessivi n. 7 ergastoli - per i reati di strage, omicidi ed associazione mafiosa. La sua storia criminale è strettamente collegata a quella della famiglia del più noto boss DI CRISTINA Giuseppe, detto “La Tigre”. Infatti, quando quest’ultimo venne ucciso, ANNALORO Fra…

ROS SEQUESTRO DA 10 MILIONI AL GRUPPO DI MESSINA DENARO

OPERAZIONE DIA BARI

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA COMUNICATO STAMPA SEQUESTRO BENI E VALORI PER OLTRE 1 MILIONE E 200 MILA EURO AD UN PREGIUDICATO ANDRIESE La Direzione Investigativa Antimafia di Bari ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni per un valore di oltre 1.200.000 euro riconducibili ad un pregiudicato andriese, DI GIOIA Salvatore di 60 anni, più volte arrestato per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine e furti, anche di ingentissimo valore, in diverse zone di Italia e tuttora in regime di detenzione domiciliare. Il decreto di sequestro, che ha riguardato una società operante nell’ambito della costruzione e riparazione di imbarcazioni da diporto, n. 6 capannoni industriali, un locale, diversi appezzamenti di terreni (ubicati nei comuni di Trani ed Andria), quote societarie, conti correnti bancari e n. 9 autoveicoli di grossa cilindrata, è stato disposto nell’ambito di una misura di prevenzione personale e patrimoniale dal Tribunale di Trani - Sez…

ARRIVA ALLA DIA DI TORINO IL DOTTOR DE SALVO

YAKUZA: POLIZIA MONITORIZZA RIUNIONI DI FINE ANNO

MARSIGLIA: ARRESTATI DEI GO FAST

OPERAZIONE ANTIDROGA AD AVIGNONE (FRANCIA)

CAMPAGNA ANTI YAKUZA DELLA POLIZIA GIAPPONESE

TRACCE DNA MEMBRO YAKUZA SU SCENA OMICIDIO

SCARAMUCCE TRA GRUPPI DELLA YAKUZA

'NDRANGHETA: 5 ARRESTI

COSA NOSTRA: 3 ARRESTI PER OMICIDIO SCIACCHITANO

UCCISO ALLEVATORE VICINO NUORO

NOVITÀ SUL KILLER DEL PROCURATORE CACCIA

PROCESSO AEMILIA: 140 RINVII A GIUDIZIO

CASALESI: 9 ARRESTI PER PIZZO NATALE

GDF: SEQUESTRO A CRIMINALE ROM

SEQUESTRATO SOTTOMARINO NARCOS IN BRASILE

COSA NOSTRA OGGI

GDF CONFISCA A CLAN PESCE

OMICIDIO A GELA

LATITANTE ALBANESE ARRESTATO A ROMA

CLAN BARI: 6 ARRESTI

CC TORINO SMANTELLANO BANDA NARCOS

UN ALTRO AGGUATO A NAPOLI

TRAFFICO DI ANIMALI RARI: 4 ARRESTI

DIA CONFISCA AI CASALESI

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA COMUNICATO STAMPA LA D.I.A. ESEGUE CONFISCHE DI BENI PER UN VALORE DI OLTRE 6 MILIONI DI EURO AL CLAN DEI CASALESI Nella mattinata odierna il Centro Operativo D.I.A. di Napoli ha dato esecuzione a tre distinti provvedimenti di confisca di beni, due dei quali definitivi, emessi dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) - Sezioni Penale e Misure di Prevenzione. Il primo provvedimento riguarda la confisca definitiva penale di numerosi beni fittiziamente intestati a terze persone, ma comunque nella disponibilità di soggetti apicali del clan dei casalesi, fazione Bidognetti. Tali beni erano già stati sottoposti a sequestro preventivo nel mese di giugno del 2009, all’esito di indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Napoli - Direzione Distrettuale Antimafia, che facevano emergere come BIDOGNETTI Francesco, alias “Cicciotto e Mezzanotte”, era stato per anni la mente economica della consorteria criminale, reinvestendo i proventi delle attiv…

PIEMONTE - VENETO: SEQUESTRO AI SICILIANI IN CONTATTO CON LA 'NDRANGHETA