Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

CAGLIARI: 2 GEORGIANI ARRESTATI PER RICETTAZIONE E RICICLAGGIO

Immagine

AZZERATI AMMINISTRATORI BENI CONFISCATI

Immagine

UN MAFIOSO CANADESE OPPOSTO AI RIZZUTO NEL TRAFFICO DI COCA A TRENTO

Immagine

A FUOCO UN TRIPPAIO A FIRENZE

Immagine

DIA GENOVA SEQUESTRA BENI IN TOSCANA

Immagine
DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA CENTRO OPERATIVO DI GENOVA COMUNICATO STAMPA AGGRESSIONE AI PATRIMONI ILLECITAMENTE ACCUMULATI: APPLICAZIONE DELLA NUOVA LEGISLAZIONE IN TEMA DI MISURE DI PREVENZIONE PATRIMONIALI EX D.LGS.159/11 Il Presidente del Tribunale di Massa - Sezione per le Misure di Prevenzione - in accoglimento della proposta avanzata dalla locale Procura della Repubblica sulla base delle indagini svolte dal Centro Operativo D.I.A. di Genova, ha decretato il sequestro anticipato dei beni riconducibili a COSTA Aldo, persona di 70 anni di età originario di Carrara e residente a Viareggio. Il valore dei beni sottoposti a sequestro è stimato in circa 6 milioni di euro. Il Tribunale di Massa, con provvedimento emesso in data 17.06.2013, rigettava la proposta di applicazione della misura di prevenzione patrimoniale disponendo la restituzione di tutti i beni in sequestro. Il Procuratore della Repubblica di Massa appellava detto provvedimento chiedendo alla Corte d’Appel…

CLAN BELFORTE: 4 ARRESTI

Immagine

DIA REGGIO CALABRIA: CONSUNTIVO 2013

Immagine
DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA Centro Operativo di Reggio Calabria COMUNICATO STAMPA ‘NDRANGHETA DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA DI REGGIO CALABRIA. CONSUNTIVO ANNO 2013. Il Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria, unitamente alla dipendente Sezione Operativa di Catanzaro, nel corso dell’anno 2013, nell’ambito della specifica attività finalizzata al contrasto e all’aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati dalla ‘ndrangheta, ha proceduto al SEQUESTRO di beni mobili, immobili, aziendali, quote e capitali societari, autoveicoli per un valore di oltre 630 milioni di euro. Sono stati, altresì, CONFISCATI beni per oltre 159 milioni di euro. Nel corso dell’anno, si è proceduto, altresì, all’arresto di 6 persone indiziate, a vario titolo, di appartenenza alla ‘ndrangheta nelle sue varie articolazioni territoriali e/o responsabili di altri delitti. Al fine di prevenire e reprimere le infiltrazioni criminali nel settore degli appalti…

THIAS: 2 BANDE SI AFFRONTANO CON I COLTELLI RIPRESI DALLE TELECAMERE

Immagine

PARIGI: SEQUESTRATI 26 KG DI COCAINA

Immagine

CONFINE DI CHIASSO: LA STAFFETTA DEI CRIMINALI

Immagine

GRENOBLE: RESPONSABILE COMMERCIO ORO SEQUESTRATO DAI MALFATTORI

Immagine

FIRENZE CAPITALE DELLA CYBERPROSTITUZIONE

Immagine

MILANO: RAPINA CON ACCOLTELLAMENTO

Immagine

NAPOLI: SCOPERTO ARSENALE CAMORRA

Immagine

TOC TOC FIRENZE SU CAMORRA AGLI UFFIZI

Immagine

SCALIA E LA GIUSTIZIA GIUSTA

Immagine

DIA PALERMO: OLTRE 2 MILIARDI DI CONFISCHE NEL 2013

Immagine
La Dia di Palermo nel 2013 insieme alle sezioni di Agrigento e Trapani  hanno effettuato confische per oltre due miliardi di euro e sequestri per oltre 170 milioni.


SAVIANO DENUNCIA...

Immagine

DETENUTO IN FRANCIA GESTIVA TRAFFICO DI DROGA IN ITALIA

Immagine

OPERAZIONE DIA TRAPANI

Immagine
DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA Centro Operativo di Palermo MAFIA: ANCORA UN SEQUESTRO DI BENI NEI CONFRONTI DEI FAMILIARI DEL LATITANTE MATTEO MESSINA DENARO. La Direzione Investigativa Antimafia di Trapani ha operato un sequestro, nei confronti di PANICOLA Vincenzo, cl 1970, detenuto per mafia, consistente in un terreno ubicato nel territorio di Castelvetrano (TP), intestato alla moglie MESSINA DENARO Anna Patrizia, cl 1970, sorella del più noto MESSINA DENARO Matteo, latitante. PANICOLA Vincenzo, figlio del defunto “patriarca” mafioso PANICOLA Vito, è detenuto perché ritenuto responsabile, unitamente ad altri, tra cui il già citato cognato latitante MESSINA DENARO Matteo, Filippo GUTTADAURO, Leonardo BONAFEDE e Franco LUPPINO, di associazione per delinquere di tipo mafioso nonchè, quali componenti il mandamento mafioso di Castelvetrano, di avere curato e gestito la latitanza dei membri del mandamento, in particolare di MESSINA DENARO…

NÎMES: SEQUESTRATO PER RAPINA DIRETTORE SUPERMERCATO

Immagine

LE HAVRE: 14 ARRESTI PER UN FURTO AD UN CAMION TRASPORTANTE MERCE DI LUSSO

Immagine

NORD DELLA FRANCIA: FURTI IN SERIE

Immagine

LILLE: SMANTELLATO TRAFFICO DI AUTO DI LUSSO TRA LA FRANCIA E LA SPAGNA

Immagine

ARDÈCHE: SCOPERTE 57 PIANTE DI CANNABIS

Immagine

CORSICA: ARRESTI PER DROGA

Immagine

PIGNATONE: IN 2 GIORNI A ROMA SEQUESTRI PARI A MINI IMU

Immagine

BOLOGNA: RAPINANO UN BAR MA IL BOTTINO AMMONTA A 20 EURO

Immagine

FBI ARRESTA DOPO 36 ANNI 5 MAFIOSI DEL CLAN BONANNO (COLD CASE)

Immagine

VIADANA È IN MANO NOSTRA

Immagine

LUCCA: INCENDIO DOLOSO A DEI TIR

Immagine

FURTO A CALENZANO IN UNA DITTA DI PORTAFOGLI

Immagine

FIRENZE: FURTI NEI NEGOZI DI TELEFONIA

Immagine

AGGUATO DI CAMORRA A NAPOLI

Immagine

USURA A PRATO: 2 ARRESTI

Immagine

PESTAGGIO A PESARO CON MAZZE DA BASEBALL

Immagine

UNA DOMANDA SORGE SPONTANEA

Immagine
Se Riina voleva mandare con le proprie dichiarazioni messaggi verso l'esterno, perché glielo abbiamo permesso rendendo pubblico il tutto? Non era forse meglio proteggere chi si doveva proteggere senza inutili clamori?

SEGNALO ARTICOLO SU ATTENTATO ADDAURA

Immagine

ENNA: 10 ARRESTI TRA I TRAFFICANTI DI DROGA

Immagine

SEQUESTRO DA 600 MILA EURO

Immagine

BARI: CONFISCA DA 4 MILIONI

Immagine

RUMENI ARRESTATI A ROMA PER RIDUZIONE SCHIAVITÙ DI DONNE ANCHE MINORENNI

Immagine

SEQUESTRATI BENI PER 270 MILIONI A NOTO IMPRENDITORE

Immagine

NAPOLI: 17ENNE ACCOLTELLATO PER UN IPHONE

Immagine

GDF: SEQUESTRO IN CALABRIA DA 200 MILIONI

Immagine

PAPA FRANCESCO CONTRO L'USURA

Immagine

IL FATTO QUOTIDIANO.IT SI OCCUPA DEI RIFIUTI IN TOSCANA

Immagine

SCALIA SU INQUINAMENTO A CHIUSI

Immagine

COMUNICATO SU OPERAZIONE DIA/POLIZIA SU SEQUESTRO GIANICOLO

Immagine
Questura di Reggio Calabria Procura della Repubblica Direzione Investigativa Antimafia presso il Tribunale di Reggio Calabria Direzione Distrettuale Antimafia APPUNTO STAMPA POLIZIA DI STATO E D.I.A. SEQUESTRANO ULTERIORI BENI MILIONARI AGLI IMPRENDITORI MATTIANI DI PALMI Nella giornata di ieri, personale della Polizia di Stato di Reggio Calabria e Palmi, unitamente a quello del Centro Operativo della D.I.A. di Roma e Reggio Calabria, ha dato esecuzione ad un ulteriore decreto di sequestro preventivo di beni, emesso in data 13.01.2014, dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta della locale Procura Distrettuale Antimafia, nei confronti di MATTIANI Giuseppe cl. 1935 e Pasquale cl. 1963, rispettivamente padre e figlio. L’operazione fa seguito a quella del 12 novembre scorso, eseguita dalla Squadra Mobil…