Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

PERQUISIZIONE ALL'AEREOPORTO DI BOLOGNA

APPROFONDIMENTO DI SCALIA SU APPALTI

RICHIESTA CHOC AL PROCESSO MINOTAURO

RIFIUTI SENZA CONTROLLI A FIRENZE? INCHIESTA IN CORSO

CONDANNE PER 200 ANNI ALLA MAFIA DI OSTIA

CAMORRA A PADOVA E NON SOLO: SEQUESTRO DA 130 MILIONI

http://www.arezzoweb.it/2015/padova-carabinieri-sequestrano-beni-per-130-mln-di-euro-a-nullatenente-video-282756.html

 Colpite le province di
Padova, Vicenza, Treviso, Belluno, Ferrara, Bologna, Siena, Roma, Napoli, Salerno, Taranto, Matera e Cosenza.

CONFISCA DIA SALERNO

Direzione Investigativa Antimafia Sezione Operativa Salerno COMUNICATO STAMPA MISURE DI PREVENZIONE: CONFISCATI A DOMENICO CHIAVAZZO BENI IMMOBILI PER UN VALORE DI CIRCA 1,5 MILIONI DI EURO. La Direzione Investigativa Antimafia di Salerno ha eseguito una confisca di beni immobili (appartamenti e terreni) riconducibili a CHIAVAZZO Domenico, 36enne, residente ad Angri (SA), e ai suoi congiunti. Il provvedimento è stato disposto dal Tribunale di Salerno, su proposta del Direttore della D.I.A., nell’ambito di un procedimento di prevenzione instaurato a carico del CHIAVAZZO, al quale è stato contestato un illecito arricchimento mediante la commissione di attività criminali. L’operazione è il frutto di approfonditi accertamenti patrimoniali condotti dal personale della Sezione Operativa di Salerno che hanno dimostrato come il patrimonio intestato al CHIAVAZZO, condannato nel 2011 per associazione a delinquere finalizzata all’usura e all’estorsione, non fosse congruo con quanto comunicato…

ROMA: ARRESTATO LATITANTE 'NDRANGHETA IN UN BUNKER

7 ARRESTI PER LA FAIDA DI ERCOLANO

LA 'NDRANGHETA RIDEVA DEL TERREMOTO

CORRUZIONE: ARRESTATO UFFICIALE GIUDIZIARIO A PISTOIA

DIA TORINO: CONFISCA DA 6 MILIONI

Direzione Investigativa Antimafia Centro Operativo Torino Via Foggia, n. 14, 10152 Torino – Tel. 011.233851 – P.E.C. dia.torino.to@pecps.interno.it COMUNICATO STAMPA ’NDRANGHETA: CONFISCATI BENI PER 6 MILIONI DI EURO Il Centro Operativo di Torino della Direzione Investigativa Antimafia ha dato esecuzione al decreto di confisca di beni, emesso dal locale Tribunale, nei confronti di DEMASI Salvatore, 71enne, ritenuto il capo indiscusso del “locale” di Rivoli (TO), condannato nel novembre 2013 a 14 anni di reclusione per associazione per delinquere di stampo mafioso. La misura odierna, che ha interessato beni per oltre 6 milioni di euro, accoglie una proposta avanzata dal Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, all’esito di un’ approfondita indagine che ha portato alla luce l’infiltrazione della malavita organizzata calabrese nel tessuto economico e sociale della provincia di Torino mediante il reinvestimento di denaro di provenienza illecita nel circuito imprenditori…

MUSELLA: IL PROBLEMA IN CALABRIA È ETICO

Leggendo una nota di Nino De Gaetano ,nonche' le dichiarazioni rilasciate da Maria Carmela Lanzetta,riguardo al suo rifiuto di far parte della Giunta Regionale Calabrese,mi sto rendendo conto che sta diventando personale cio' che personale non e'.... Le osservazioni non vanno fatte alla persona Nino De Gaetano ......ma al METODO OLIVERIO .... Chi per un motivo o per l'altro( e nella sua Giunta ce ne sono tre e nell'Ufficio di Presidenza del Consiglio...vari) ha a che fare con indagini giudiziarie in corso per motivi di opportunita' dovrebbe avere un momento di pazienza... ..Non si da certo all'esterno un segnale di trasparenza scegliendo nomi gia' nella bufera....... A me dispiace per Nino De Gaetano e lo dico sinceramente ma il problema non e' lui ma nel meccanismo che e' assolutamente da bocciare. Oliverio ha parlato di rispetto per la magistratura? Noi parliamo ,invece,di sfida......Ribadiamo che l'etica e' un problema esclusivament…

USURA IN TOSCANA

CATANIA: UCCISO RAPINATORE

OPERAZIONE AEMILIA: BOSS ARRESTATO A MASSA

OPERAZIONE AEMILIA: ANCHE IL PAPÀ DI UN CALCIATORE CAMPIONE DEL MONDO TRA GLI ARRESTATI

MUSELLA CHIEDE COMMISSARIAMENTO PD CALABRIA

Comunicato stampa Richiesta di Commissariamento per il PD calabrese Crediamo che Maria Carmela Lanzetta abbia fatto la scelta giusta ,forse un po' tardiva ma in coerenza con la sua storia e con la serieta' che l'ha sempre contraddistinta.Ci eravamo molto meravigliati,infatti della decisione da lei assunta . Ci preme pero' chiedere al Presidente Renzi di non abbandonare la Calabria,che ora piu' che mai necessita della giusta attenzione. Chiediamo che non sia negato a questa regione una giusta rappresentanza nel governo nazionale. Nel contempo ,alla luce di quanto accade e di quanto accaduto,crediamo sia il caso di chiedere le dimissioni del segretario regionale del Pd Magorno e dei vertici del Partito calabrese che a nostro avviso va commissariato. Adriana Musella

LUMIA: GOVERNO INTERVENGA SU MERCATO ORTOFRUTTICOLO VITTORIA

OPERAZIONE ANTIMAFIA A CATANIA

DAMA BIANCA NARCOS: NUMEROSI ARRESTI

COMISO: UN ARRESTO

Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa NOTA: Per l’immediata divulgazione. Vittoria, lunedì 26 gennaio 2015 CONTATTO: Tenente PLEBANI Comunicato Stampa COMISO. STRAGE SFIORATA. TUNISINO ACCOLTELLA UN CONNAZIONALE, FERENDOLO GRAVEMENTE: ARRESTATO. Fine settimana movimentato quello appena trascorso, che ha i visto i Carabinieri della Compagnia di Vittoria impegnati in controlli straordinari del territorio di competenza con finalità preventive e repressive dei reati contro la persona e il patrimonio, specie nelle aree rurali. E sarebbe potuto finire in tragedia l’accoltellamento avvenuto poco dopo le ore 05.00 di ieri a Comiso, in via Machiavelli: un tunisino di 30 anni, B. M. B., è stato gravemente ferito con diverse coltellate, alcune delle quali gli hanno perforato un polmone: grazie all’intervento dei Carabinieri della locale Stazione, che hanno fatto intervenire immediatamente un’ambulanza del 118, il giovane è stato ricoverato d’urgenza presso l’Ospedale Civile di Comiso c…

STRAGE RAPIDO 904

OPERAZIONE ANTI 'NDRANGHETA IN EMILIA CALABRIA LOMBARDIA SICILIA E VENETO

117 arresti in Emilia Romagna. Colpiti i le famiglie di Cutro. Implicazioni anche a San Marino. Brescello è interessata dalla operazione.
http://www.repubblica.it/cronaca/2015/01/28/news/maxi_operazione_contro_la_ndrangheta_117_arresti_in_emilia-105950468/

VERCELLI: FALLITO ASSALTO AD UN CAVEAU

OMICIDIO A FAVARA

CAMORRA: 54 ARRESTI

CADE L'OMERTÀ A CORLEONE

FONDAZIONE CAPONNETTO A SOSTEGNO DI ADRIANA MUSELLA

La Fondazione Caponnetto sostiene con forza e convinzione la presidente di Riferimenti Adriana Musella esponente vera della lotta alla mafia in Calabria ed in tutta Italia nelle sua lotta quotidiana che la porta a rischiare la vita.  Noi tutti non possiamo permettere che vengano fatti passi falsi nella lotta alla mafia in un momento difficilissimo per il ns Paese. La Fondazione Caponnetto attiverà tutti i propri canali istituzionali e non, per capire oggi cosa succede alla regione Calabria e chiede sin da subito ai propri esponenti all'interno della commissione antimafia di intervenire.

ADRIANA MUSELLA : NON SÌ PUÒ FARE ANTIMAFIA IN CALABRIA

Chiedo scusa per essermi esposta alle scorse elezioni regionali.Non ho mai preso posizione politica ,questa volta l'ho fatto e ho sbagliato.Oggi non lo rifarei" In una conferenza stampa fissata stamane presso la sede del Coordinamento antimafia Riferimenti,Adriana Musella rassegna le proprie dimissioni dalla presidenza del Coordinamento stesso.Adriana Musella,allieva di Antonino Caponnetto e figlia di Gennaro Musella,vittima di mafia,da 22 anni porta avanti la sua battaglia contro la sopraffazione mafiosa.Non ha mai voluto lasciare la Calabria,terra dove suo padre e' stato fatto saltare in aria il 3 maggio 1982.Lei che calabrese non e' e' rimasta e ha sfidato la 'ndrangheta,dedicando la propria vita alla sensibilizzazione e alla formazione.Oggi ha deciso pero' di lasciare. Vive sotto scorta per le minacce ricevute dal potente clan Mancuso nelle cui case ha progettato l'Universita' dell'Antimafia,sfidando la cosca in casa propria. Queste le s…

DIA: CONFISCA DA 54 MILIONI AD AGRIGENTO UMBRIA E SPAGNA

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA Centro Operativo di Palermo COMUNICATO STAMPA MAFIA: CONFISCA DI BENI COLPISCE IL “SISTEMA ECONOMICO-MAFIOSO” AGRIGENTINO. 54 MILIONI DI EURO CONFISCATI AGLI IMPRENDITORI AGRO’. La Direzione Investigativa Antimafia di Agrigento ha confiscato, ai sensi della legislazione antimafia, beni mobili ed immobili riconducibili ai fratelli Diego e Ignazio AGRO’, rispettivamente di 68 e 76 anni, originari di Racalmuto (AG), ma da anni residenti ad Agrigento, imprenditori nel settore della produzione e della commercializzazione di olio alimentare. I Decreti di confisca, emessi dal Tribunale-Sezione MP di Agrigento, Presidente Dott.ssa Luisa Turco, nascono da proposta avanzata dal Procuratore della Repubblica di Palermo che, nell’ambito delle iniziative finalizzate all’individuazione dei patrimoni acquisiti illecitamente da soggetti ritenuti appartenenti alle consorterie mafiose, aveva condiviso le risultanze dei complessi acc…

CARICO DI GIOCATTOLI CINESI SEQUESTRATO A GIOIA TAURO

TENTATO OMICIDIO A VITTORIA

SEQUESTRO ALLA 'NDRANGHETA

SOCIETÀ FOGGIANA: UCCISO BOSS

PROC. DELL'OSSO: 'NDRANGHETA A VIADANA

SCALIA: DIRITTI E LIBERTÀ DOPO PARIGI

LA MAFIA DILAGA IN ITALIA

PER LA MAGISTRATURA LA MAFIA IN TOSCANA C'È

TROVATA DISCARICA ABUSIVA VICINO AREZZO

FATTI ESPLODERE 2 BANCOMAT A FIRENZE ED AREZZO

SEQUESTRO AI GRANDE ARACRI DI REGGIO EMILIA

AGGUATO A LAMEZIA: UN MORTO

CROCETTA ELOGIATO A PALERMO ALLA INAUGURAZIONE ANNO GIUDIZIARIO

LEGALITÀ A SCUOLA CON I CC DI VITTORIA

Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa NOTA: Per l’immediata divulgazione. Vittoria, venerdì 23 gennaio 2015 CONTATTO: Tenente PLEBANI Comunicato Stampa VITTORIA. “FORZE ARMATE E GIOVANI”: INCONTRO CON GLI ALUNNI DELLE 3^MEDIE DELLA SCUOLA STATALE “SAN BIAGIO”. Per l’anno scolastico 2014/2015 la Compagnia Carabinieri di Vittoria, nell’ambito del progetto “Forze Armate e giovani: conferenze nelle scuole”, protocollo d’intesa tra il MIUR e il Ministero della Difesa, ha organizzato una serie di incontri con gli studenti delle scuole medie superiori e inferiori presenti nel territorio della giurisdizione, comprendente i Comuni, oltre che di Vittoria, anche di Comiso, Chiaramonte Gulfi e Acate. In particolare, nella mattinata odierna, a Vittoria, il Comandante della Compagnia Carabinieri, Ten. Daniele Plebani, ha incontrato il dirigente scolastico, i professori e gli alunni delle 3^ medie della scuola statale “San Biagio”: nell’occasione si è parlato della Grande Guerra, di cui ri…

RAPINA IN CENTRO A LONDRA CON MACHETE

RADDOPPIANO FURTI E RAPINE IN VENETO

AGORA VOX CITA REPORT RIFIUTI FONDAZIONE CAPONNETTO

SEQUESTRO DEL LAGO DI LONDA (FIRENZE)! PER SVERSAMENTO RIFIUTI SPECIALI