Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2013

SVIZZERA: 3 LADRI ARRESTATI

SPARATORIA IN ALTA SAVOIA CON FERITO GRAVE

http://bit.ly/HhBvJs



 trattasi probabilmente di colpi provenienti da cacciatori che hanno colpito macchina di passaggio.

MARSIGLIA: GIOIELLERE DISARMA RAPINATORE E LO METTE IN FUGA

SCALIA SU OMICIDIO QUARTO OGGIARO

PALERMO: TRATTA DI MINORI VERSO IL NORD EUROPA

CAMPANI RAPINATORI DI ORAFI ARRESTATI IN EMILIA

QUARTO OGGIARO: UCCISO IL BOSS TATONE

BARI: CLAN STRISCIUGLIO TRE ARRESTI

ARRESTATO IMPRENDITORE A REGGIO EMILIA

BARCELLONA PDG: SEQUESTRO DA 4 MILIONI

IL CALCIO PIACE ALLA CAMORRA (ANCHE IL CALCETTO)

RICCIARDI (FOND. CAPONNETTO)! NOMINATO UFFICIALE DELL'ORDINE DELLA STELLA D'ITALIA

I complimenti all'amico Gianni da questo blog.

L'onoreficienza è stata consegnata oggi dall'Ambasciatore d'Italia a San Marino.

DIA CATANIA: SEQUESTRO

PROCURA DISTRETTUALE DELLA REPUBBLICA DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA CATANIA ¾¾n¾¾ COMUNICATO Il G.I.P. presso il Tribunale di Catania, accogliendo la richiesta deposita dal Pubblico Ministero, ha disposto il sequestro preventivo ex art. 321, comma 1, C.p.p. dei beni riconducibili a PRIVITERA Giuseppe PUGLISI Mariano e VACCARO Antonino, elementi di spicco del clan mafioso facente capo a SCIUTO Biagio inteso “Tigna” capeggiato da PRIVITERA Orazio, allo stato tutti indagati per art. 416 bis c.p. ed estorsione nell’ambito dell’operazione denominata “Fiamma Blu”. In particolare, le indagini del Centro Operativo D.I.A. di Catania, hanno accertato che i predetti, avvalendosi della forza di intimidazione dell’associazione e della condizione di assoggettamento e di omertà che ne deriva costringevano diversi imprenditori di ditte operanti nel settore delle costruzioni ed impegnati nella realizzazione di opere pubbliche, in particolare la rete di erogazione del gas metano nei comuni di P…

LUMIA SU SCRITTE PRO MESSINA DENARO

SCRITTE INNEGGIANTI A MESSINA DENARO SEGNALE PREOCCUPANTE ott 25th, 2013 |
lumiaLe scritte apparse oggi sulla strada statale 115 nei pressi di Castelvetrano inneggianti al boss Matteo Messina Denaro sono il segnale preoccupante del consenso di cui gode il capo di Cosa nostra. L’unica risposta che bisogna dare è la sua cattura ed il suo isolamento. Un isolamento che deve partire da uno Stato capace di recidere il sistema delle collusioni presenti al suo interno, dal mondo delle imprese attraverso la denuncia del racket delle estorsioni, dalla società civile e dalle comunità locali che rifiutano la cultura mafiosa, e perchè no dagli stessi familiari di Matteo Messina Denaro. Matteo Messina Denaro è un boss che ha devastato e che continua a devastare l’economia e la vita civile del territorio, ostacolandone lo sviluppo e impedendo il benessere dei cittadini. Giuseppe Lumia

CAGLIARI: IN VENDITA OGGETTI PRO MAFIA

GIAPPONE: LA YAKUZA GESTISCE LA BONIFICA DI FUKUSHIMA?

BRASILE: NARCOS DEL PCC MINACCIANO MONDIALE

MESSICO: SCONTRO TRA NARCOS TEMPLARI E GRUPPI AUTODIFESA

STORIACCIA

EMILIA ROMAGNA: SEGNALO ARTICOLO DI TIZIAN

GIAPPONE: RAPPORTO TRA UNA BANCA E LA YAKUZA

NASCE IL BLOG DI SCALIA

ANNONAY: AGGREDITA DONNA

SAN GALLO: ACCOLTELLATO SEDICENNE

SPARATORIA IN CANTONE TURGOVIA

FIRENZE: COLPI D'ARMA DA FUOCO IN VIA DEGLI ALFANI

Causa ignota ed albanese di 20 anni ferito grave.
http://m.firenzetoday.it/cronaca/sparatoria-via-alfani-centro.html

CASALESI A ROMA

OPERAZIONE CC CONTRO 'NDRANGHETA

Toccate le seguenti città: Petilia Policastro (Kr), Mesoraca (Kr), Catanzaro, Reggio Emilia, Torino, Milano, Asti, Benevento e L'Aquila.
http://www.parmaonline.info/mobile/notizie/item/43966



DIA ROMA: CONFISCA DA 120 MILIONI

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA Centro Operativo di Roma LA DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA CONFISCA BENI PER 120 MILIONI DI EURO A NOTO IMPRENDITORE ROMANO. I Centri Operativi della DIA di Roma e Reggio Calabria hanno dato esecuzione al provvedimento di confisca dei beni riconducibili al 43 enne noto imprenditore ed immobiliarista romano MARCACCINI Federico, divenuto definitivo a seguito della pronuncia della Corte Suprema di Cassazione che ha dichiarato l’inammissibilità dei ricorsi proposti dall’interessato, condannandolo, tra l’altro, al pagamento delle spese processuali. Il provvedimento, che trae origine da una proposta di misura di prevenzione patrimoniale a firma del Direttore della DIA, colpisce: il patrimonio aziendale di 33 società di capitali, di cui ventisette con sede a Roma, quattro in provincia di Roma e due a Latina, operanti nei settori immobiliare, edilizio, ricerca e sviluppo nei comparti ambientale e tecnologico, commercio di autovetture e gestione servizi…

GIOVANI PD BAGNO A RIPOLI

Oggi è stato presentato il rapporto sulla mafia in Toscana della Fondazione Caponnetto a Bagno a Ripoli con Scalia, Calleri e Bigalli.

PIEMONTE : 5 ARRESTI PER ESTORSIONE

OPERAZIONE DIA NAPOLI

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Direzione Distrettuale Antimafia COMUNICATO STAMPA Nella giornata del 23 u.s., all’esito di una indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli - Direzione Distrettuale Antimafia, il Centro Operativo della D.I.A. di Napoli ha dato esecuzione ad un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa del Tribunale di Napoli, nei confronti di due persone per omicidio volontario. Secondo l’ipotesi accusatoria, i due arrestati sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, dell’omicidio - commesso nell’ottobre del 1992, all’interno di una masseria ubicata in Villa Literno (CE) - di CAIAZZO Luigi, il cui cadavere non fu mai rinvenuto. Uno di essi è anche ritenuto responsabile dell’omicidio di CAIAZZO Giuseppe, padre di Luigi, e del ferimento di PIETOSO Angelo, reati commessi a Villa Literno il giorno successivo all’omicidio di CAIAZZO luigi. Le vittime, già appartenenti alla N.C.O. di Raffaele …

SEGNALO SU CRISAFULLI , FARAONE E PIF

AGGRESSIONE CON RAPINA IN LUSSEMBURGO

LOCARNO: LITE CON COLTELLO

RISSA MORTALE A GRENOBLE

SECONDIGLIANO: 42 ARRESTI (CLAN LICCIARDI)

INCENDIO AD UN FURGONE CON I PANINI. A FIRENZE

ANCORA MINACCE PER CROCETTA

2 CADAVERI CRIVELLATI DI COLPI A MILANO

CALLERI (FOND. CAPONNETTO) ALLA LEOPOLDA SUL VOTO DI SCAMBIO

Il Presidente della Fondazione Caponnetto ha partecipato come tecnico  al tavolo sul voto di scambio organizzato all'interno della kermesse di Renzi della Leopolda.

RAPINA AD EDICOLA VICINO PONTASSIEVE

Dalla nazione di oggi si evince di una rapina a mano armata avvenuta ieri a San Francesco vicino Pontassieve in provincia di Firenze. Colpita un edicola.


CC: ARRESTATO ESPONENTE DEL CLAN MALLARDO

GIARRUSSO (FOND. CAPONNETTO) IN SICILIA PER IL PREMIO CUMI

Nella foto il Sen. Giarrusso della Fondazione Caponnetto con il Procuratore Nazionale Antimafia Roberti.

UOMO UCCISO A MARSIGLIA

FERITO GIOVANE IN CORSICA

COSÌ FAN TUTTI

FUKUSHIMA E LA YAKUZA

RAPPORTO EURISPES SULLE AGROMAFIE

FONDAZIONE CAPONNETTO ASCOLTATA IN CONSIGLIO REGIONE TOSCANA