Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2015

INCENDIO DOLOSO A PONTEDERA AD AZIENDA RIFIUTI

GIARRUSSO INTERVIENE SU ATTACCHI ALLA BINDI

TRAFFICO DI RIFIUTI 🚮 A GROSSETO

OPERAZIONE ANTIDROGA ED ANTI 'NDRANGHETA TRA CALABRIA E TOSCANA

COSA NOSTRA PALERMITANA SU FACEBOOK

CATANIA SEQUESTRO A MASSIMINO DA 26 MILIONI

NARCOS A BATTIPAGLIA: 87 ARRESTI

PIEMONTE: MINOTAURO 45 CONDANNE

YAKUZA: 2 ARRESTI PER SPARATORIA

YAKUZA: 1 ARRESTO PER CASINÃ’ ILLEGALE

MAPPA REGOLAMENTI DEI CONTI A MARSIGLIA E DINTORNI

ESECUZIONE A MARSIGLIA

'NDRANGHETA A COMO

CAMORRA: 7 ARRESTI

CASALESI: 2 ARRESTI PER OMICIDIO PER ERRORE DEL.92

IL MALE ASSOLUTO SECONDO GIARRUSSO

MINACCE A GIORNALISTA NEL RAGUSANO: SEQUESTRATE LE MUNIZIONI

POLIZIA DI STATO Questura Di Ragusa Squadra Mobile  0932/673696 * Fax 0932/673043 *  E-mail: squadramobile.rg@poliziadistato.it Ragusa lì, 27 maggio 2015 OGGETTO: Comunicato stampa La Polizia di Stato sequestra munizioni detenute illegalmente a vittoriese responsabile di aver minacciato di morte un giornalista. Deferiti altri uomini e donne, in quanto attraverso Facebook hanno minacciato di morte il professionista per aver pubblicato notizie di cronaca nera. La Polizia di Stato – Squadra Mobile, Commissariato di Vittoria e di Comiso – ha eseguito decine di perquisizioni a carico di altrettanti soggetti residenti a Ragusa, Vittoria e Comiso. L’operazione di Polizia è stata condotta dagli investigatori iblei al fine di ricercare armi e munizioni presso le abitazioni ed i luoghi di lavoro di coloro i quali avevano minacciato, attraverso i profili Facebook, un giornalista di Ragusa che aveva scritto diversi articoli sui fenomeni mafiosi della provincia iblea. Le minacce dei sogg…

SCANDALO CORRUZIONE ALLA FIFA

VOTO DI SCAMBIO IN SICILIA: 5 ARRESTI

ARRESTATO IN BRASILE IL BOSS CUTOLIANO SCOTTI

PROTOCOLLO DNA / DIA SALTO DI QUALITÀ IMPORTANTE

IL PROTOCOLLO TRA DIREZIONE NAZIONALE ANTIMAFIA E ANTITERRORISMO E D.I.A. SEGNA UN DECISO PASSO AVANTI NEL CONTRASTO ALL’INFILTRAZIONE DELLE MAFIE NELL’ECONOMIA LEGALE ROMA - Il protocollo operativo siglato questa mattina dal Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Dott. Franco Roberti, e il Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Generale Nunzio Antonio Ferla, costituisce un salto di qualità fondamentale nelle investigazioni che riguardano l’area grigia ove si annidano gli investimenti della criminalità organizzata mafiosa. La stretta sinergia che ne deriva consentirà di incrociare l’enorme patrimonio costituito dalle centinaia di migliaia di segnalazioni per operazioni finanziarie sospette trasmesse dall’Ufficio di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia alla D.I.A., con il patrimonio informativo gestito dalla D.N.A.A. . La sperimentazione di questo innovativo modello operativo è in corso da gennaio 2015 e ha già consentito di analizzare oltre 22.000 se…

'NDRANGHETA: 18 ARRESTI

NUOVE NORME SUGLI ECO REATI REALMENTE UTILI?

PROTOCOLLO DNA/DIA SU MAFIA E TERRORISMO

LA DIREZIONE NAZIONALE ANTIMAFIA E ANTITERRORISMO E LA D.I.A. SIGLANO UN PROTOCOLLO DI INTESA IN TEMA DI SEGNALAZIONI DI OPERAZIONI SOSPETTE ROMA - Un protocollo operativo in materia di prevenzione e contrasto dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose, è stato siglato stamani in via Giulia 52 tra il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Dott. Franco Roberti, e il Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Generale Nunzio Antonio Ferla. Il protocollo renderà più efficaci gli accertamenti sulle segnalazioni di flussi finanziari ritenuti sospetti, che l’Unità di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia, ai sensi del Decreto Legislativo 231/2007, trasmette periodicamente alla D.I.A. per l’ulteriore sviluppo investigativo. Con il Protocollo siglato oggi, il cui scopo è quello di gestire con maggiore speditezza l’enorme flusso di informazioni, la D.N.A.A. e la D.I.A. attueranno nuove metodologie per ottimizza…

OPERAZIONE VERBERO: 39 ARRESTI A PALERMO

SEQUESTRO DIA NAPOLI A SORELLA ZAGARIA

Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Napoli Direzione Distrettuale Antimafia COMUNICATO STAMPA La Direzione Investigativa Antimafia di Napoli, nella giornata odierna, ha dato inizio all’esecuzione di tre decreti di sequestro beni, emessi dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) - Sez. Misure di Prevenzione, a seguito delle proposte per l’irrogazione della misura di prevenzione personale e patrimoniale di questa Procura della Repubblica, nei confronti di DONCIGLIO Raffaele, classe 1967, imprenditore nel settore edile, MAGLIULO Antonio, classe 1953, già consigliere provinciale Caserta – gruppo PDL-Forza Italia e ZAGARIA Elvira, classe 1965, sorella del noto capo casalese, Michele. I destinatari degli odierni provvedimenti sono stati ritenuti gravemente indiziati di pericolosità qualificata in virtù dei rapporti emersi con l’associazione camorristica denominata clan dei casalesi, fazione Zagaria, nel delicato e strategico settore della gestione degli appalt…

'NDRANGHETA IN LIGURIA: RICICLAGGIO CON BRUCIATURA BANCONOTE

SEGNALO ARTICOLO SU SCICLI

GIORNALISTA MINACCIATO IN CAMPANIA PER AVER FATTO LISTA IMPRESENTABILI

NOTIZIE DAL MESSICO

CASTELVETRANO: AFFARI TRA CINESI E I MESSINA DENARO

MAFIA CINESE A MILANO

USURA A GROSSETO

UNA CAVA A PATERNO PIENA DI SORPRESE

SEGNALO ARTICOLO SU ENNA

OPERAZIONE ANTIDROGA A VITTORIA

Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa Nucleo Investigativo NOTA: Per l’immediata divulgazione. CONTATTO: Capitano Domenico Spadaro Comunicato Stampa VITTORIA: OPERAZIONE ANTIDROGA DEI CARABINIERI. IRRUZIONE IN GARAGE - LABORATORIO PER IL TAGLIO E LA PREPARAZIONE DELLA COCAINA - ARRESTATO UN VITTORIESE Nella mattinata i Carabinieri hanno fatto irruzione in un garage di Vittoria, scoprendo che si trattava di un vero e proprio laboratorio per la preparazione di dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina da immettere sul mercato. Il locale era già attenzionato da alcuni giorni da militari dell’Arma che notando, in qualunque ora della giornata, uno strano andirivieni dallo stesso, avevano deciso di approfondire la vicenda, organizzando degli specifici servizi di osservazione. I sospetti erano tra l’altro accentuati dalla circostanza che il soggetto che i Carabinieri avevano notato più volte entrare e uscire dal garage, dagli accertamenti svolti, ufficialmente non e…

MESSICO: OLTRE 40 MORTI PER SCONTRI POLIZIA FEDERALE E NARCOS

SCANDALO CORRUZIONE IN GUATEMALA

GIORNATA 23 MAGGIO DIVENTA GIORNATA DELLA LEGALITÀ A SAN MARINO

> > IL CONSIGLIO GRANDE E GENERALE > > Al fine di istituire in Repubblica la “Giornata della Legalità”, capace di favorire riflessioni e momenti di approfondimento e di formazione nella dimensione della cittadinanza attiva e democratica, > > udito > > il riferimento del Segretario di Stato per l’Istruzione e Cultura in merito all’Istanza d’Arengo presentata dal movimento di liberi cittadini “Bisogna muoversi – no alle mafie”, approvata dal Consiglio Grande e Generale il 17 luglio 2014, > > considerata > > la finalità della Istanza d’Arengo tesa a rigenerare i caratteri strutturali e sociali della società sammarinese attraverso l’educazione ai valori delle legalità, della democrazia e all’esercizio dei diritti di cittadinanza, > > preso atto > > dell’orientamento espresso dalla Commissione Consiliare Permanente Affari Costituzionali ed Istituzionali; Pubblica Amministrazione; Affari Interni, Protezione Civile, Rapporti con le Giunte di…

MEMBRO YAKUZA ARRESTATO PER MINACCE

DIA GENOVA: CONFISCA A LA SPEZIA

COMUNICATO STAMPA LA DIA DI GENOVA CONFISCA DUE MILIONI DI EURO A UN IMPRENDITORE SPEZZINO CONTIGUO ALLA ‘NDRANGHETA La Direzione Investigativa Antimafia di Genova ha eseguito una confisca di prevenzione emessa dal Tribunale di La Spezia - Ufficio Misure di Prevenzione, nei confronti del pregiudicato 59enne ROMEO Domenico, nato a Roccaforte del Greco (RC) ma residente ad Arcola (SP). Il valore dei beni confiscati ammonta a circa due milioni di euro. Il provvedimento accoglie in peno una proposta del Direttore della D.I.A., elaborata sulla base di approfondite indagini patrimoniali svolte dagli investigatori del Centro Operativo di Genova. ROMEO è ritenuto un personaggio di elevato spessore delinquenziale e ha ricoperto il ruolo di referente strategico di una ramificazione ligure della ‘ndrangheta, i cui vertici risiedono in Provincia di Reggio Calabria. Imprenditore del ramo trasporti, ha gestito alcune società in provincia di La Spezia e Massa, intestandole fittiziamente a presta…

LA MAFIA ESISTE NEI POSTI DOVE DICONO NON ESISTE

'NDRANGHETA: 2 ARRESTI A SAVONA (LIGURIA)

'NDRANGHETA: SEQUESTRO AI CREA

SEGNALO SU CARA DI MINEO E MAFIA CAPITALE

'NDRANGHETA: 21 ARRESTI A SCALEA

SEGNALO VIDEOINCHIESTA SU YAKUZA

TUNISINO ARRESTATO A VITTORIA

Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa NOTA: Per l’immediata divulgazione. Vittoria, martedì 19 maggio 2015 CONTATTO: Capitano PLEBANI  Comunicato Stampa VITTORIA. SPACCIA HASHISH IN PIENO CENTRO: ARRESTATO UN PREGIUDICATO. Era da tempo monitorato dai Carabinieri che, da diversi giorni, lo avevano notato frequentare ragazzini e i principali luoghi di aggregazione giovanile: è finito così in manette Kannoussi Imed, 35enne tunisino, con precedenti specifici, pizzicato dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile mentre cedeva alcune stecche di hashish, ad un giovane, in fase di identificazione, che, alla vista dei militari si è dato alla fuga, nella centralissima Piazza Daniele Manin. L’attività, frutto di appositi servizi di osservazione e pedinamento per monitorarne i movimenti e le abitudini di vita e protrattisi per svariati giorni, nell’ambito dei servizi antidroga predisposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Vittoria, aveva consentito di appurare le “strane” frequentazion…

CATANESE ARRESTATO A COMISO

Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa NOTA: Per l’immediata divulgazione. Vittoria, giovedì 21 maggio 2015 CONTATTO: Capitano PLEBANI Comunicato Stampa COMISO. PLURIPREGIUDICATO SORPRESO CON OLTRE 300 GRAMMI DI HASHISH: ARRESTATO DAI CC. Da diversi giorni era attenzionato dai Carabinieri di Comiso, che avevano notato la sua frequentazione con diversi giovani del luogo: è finito così in manette De Simone Domenico, 43enne pregiudicato di origine catanese, pizzicato dai militari con 320 grammi circa di hashish, denaro e materiale per il confezionamento. L’attività, frutto di appositi servizi di osservazione e pedinamento per monitorarne i movimenti e le abitudini di vita e protrattisi per svariati giorni, nell’ambito dei servizi antidroga predisposti dalla Compagnia di Vittoria, aveva consentito di appurare gli strani movimenti con diversi presunti acquirenti, finchè i Carabinieri lo hanno sorpreso, nel pomeriggio di ieri, aspettare nei pressi della propria abitazione con attegg…