Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

PALAZZOLO NEWS

ORRORE CAMORRA

SCALIA: I FABBROCINO ED IL CALCESTRUZZO

VIBO: 2 ARRESTI

ELENCO ARRESTATI CLAN FABBROCINO

MAFIA A MASSA CARRARA

RELAZIONE OSSERVATORIO FORMIA

Relazione Osservatorio comunale per la Legalità e la lotta alle mafie in pillole L’Osservatorio comunale per la Legalità e la lotta alle mafie di Formia ha presentato lunedì 30 marzo 2015, presso la Sala Ribaud, la relazione sull’attività dei primi mesi di vita dell’organismo. L’occasione è stata rappresentata dalla giornata conclusiva del “Mese della Legalità” che l’amministrazione comunale ha dedicato al tema. Frutto dell’attività posta in essere dalla sua creazione, la relazione è condensata nelle cifre che seguono. Istituito il 29 settembre 2014, con approvazione all’unanimità in Consiglio comunale, l’Osservatorio comunale per la Legalità e la lotta alle mafie, nei suoi primi sei mesi di attività ha posto le premesse per realizzare la sua mission: funzioni consultive e propositive, di studio, ricerca, documentazione e monitoraggio, che si propone di “osservare” il territorio per conoscerne a fondo i circuiti economici e sociali, per individuare fonti di pericolo, per fungere da …

CALLERI SU DICHIARAZIONE PROVENZANO JR

AGI Sicilia Cronaca cod. RPA1035 1135 car. Mafia: Calleri, figlio Provenzano riveli dov'e' tesoro padre (AGI) - Roma, 31 mar. - "Il figlio di Provenzano vuole avere una vita normale. E cio' appare giusto. Ma una domanda sorge spontanea: un figlio del boss di Cosa nostra piu' forte degli ultimi 20 anni, puo' avere una vita normale mettendosi a spiegare cosa e' la mafia ai turisti di Boston? No. Mi dispiace". A parlare e' Salvatore Calleri, Presidente della Fondazione Caponnetto, intervenendo sulle polemiche che in questi giorni stanno animando il mondo dell'antimafia, relativamente al figlio di Bernardo Provenzano, Angelo, protagonista di un ciclo di incontri con turisti americani. "Se vuoi avere una vita normale questo, a mio modesto avviso, e' il peggiore dei modi", aggiunge Calleri, secondoi cui "e' un modo che offende i familiari di chi ha perso la vita ucciso dalla mafia ed offende chi combatte in modo pratico…

USURA AD IMPERIA

SEQUESTRI ED ARRESTI NEI CONFRONTI DEL CLAN FABBROCINO

UCCISO PER FUTILI MOTIVI A CATANIA

ASSE PRATO ROVIGO IRLANDA PER LA MAFIA CINESE

MESSICO: I MORTI DEI NARCOS SONO INCONTABILI

SEQUESTRO A UOMO VICINO A MESSINA DENARO

INCENDI IN ODOR DI CAMORRA A VIAREGGIO

I RIFIUTI DELLA TAV DI FIRENZE FINIVANO A ROMA

LE NAVI DA CROCIERA TRASPORTANO LA COCAINA DELLE MAFIE

OMICIDIO NEL CROTONESE

LUMIA: PROVENZANO VAI DAI MAGISTRATI

Navigando in rete mi sono imbattuto in alcune critiche nei confronti di chi, come il sottoscritto, ieri ha manifestato la propria indignazione in relazione alla notizia secondo cui il figlio del boss Bernardo Provenzano da alcuni mesi lavora come guida raccontando a dei turisti americani la storia della sua famiglia ed il suo rapporto col padre. Il motivo della critica risiede nel fatto che anche il figlio di un boss ha diritto ad avere un lavoro ed una vita normale. Su questo non ci piove e sono io il primo ad averlo incoraggiato ad avere una vita normale quando nel 2011 gli chiesi, con una lettera aperta, di prendere le distanze dalla mafia, sull’esempio di Peppino Impastato, e di chiedere al padre di collaborare. Angelo Provenzano però non solo non raccolse il mio invito, ma addirittura quando il padre diede il segno di una possibile collaborazione si affrettò a recarsi alla Procura di Caltanissetta per farlo dichiarare incapace di intendere e di volere. Ecco perché ho voluto r…

APPALTI E TANGENTI PER GAS AD ISCHIA

OMICIDIO ALLO ZEN

IL TURISMO DI PROVENZANO... LO STATO INTERVENGA

VITTORIA: ARRESTATO UN RUMENO

Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa NOTA: Per l’immediata divulgazione. Vittoria, mercoledì 26 marzo 2015 CONTATTO: Capitano PLEBANI Comunicato Stampa VITTORIA. ARRESTATO RUMENO PER SEQUESTRO DI PERSONA, VIOLENZA SESSUALE AGGRAVATA E RAPINA IN CONCORSO. Prosegue a ritmi serrati l’attività di prevenzione e di repressione dei reati nel territorio della giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Vittoria. L’intenso lavoro, in stretta collaborazione con la Procura della Repubblica presso il Tribunale ibleo, ha consentito, alle prime luci dell’alba di oggi, di dare esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un pregiudicato rumeno, Drejoi Florin, cl. 87, ritenuto responsabile, in concorso con altri due individui allo stato non ancora identificati, dei reati di sequestro di persona, violenza sessuale aggravata e rapina in concorso, perpetrati tra le città di Vittoria e Comiso lo scorso 26 ottobre ai danni di un 22enne originario dell’ipparino. …

CONTROLLI ANTIDROGA A SCICLI

LEGIONE CARABINIERI SICILIA COMPAGNIA DI MODICA NOTA: Per l’immediata divulgazione. CONTATTO: Capitano Edoardo Cetola Scicli (RG): Controlli antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Modica su tutto il territorio. Risultati operativi dell’attività. Controllate anche le piazze maggiormente frequentate dai giovani. Nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Compagnia di Modica hanno eseguito un apposito servizio volto alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti sul territorio di Scicli. Sono stati effettuati molteplici controlli a soggetti inclini a tale tipo di reato e, in particolare, i militari dell’Arma, supportati anche da un’unità antidroga dei Carabinieri cinofili di Nicolosi, hanno setacciato tutte zone notoriamente frequentate da giovani dediti al consumo e allo spaccio di stupefacenti. Durante l’operazione antidroga, i Carabinieri della Tenenza di Scicli hanno eseguito il controllo all’interno di un bar. Nell’occasione, i mili…

CC VITTORIA NELLE SCUOLE PER INSEGNARE LEGALITÀ

Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa NOTA: Per l’immediata divulgazione. Vittoria, venerdì 27 marzo 2015 CONTATTO: Comunicato Stampa SCOGLITTI. CULTURA DELLA LEGALITA’: INCONTRO CON GLI ALUNNI DELLE 5^ELEMENTARI E DELLE 1^, 2^ E 3^MEDIA DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “L. SCIASCIA”. Proseguono anche per l’anno scolastico 2014/2015 gli incontri che la Compagnia Carabinieri di Vittoria, nell’ambito del progetto “Cultura della legalità”, ha organizzato con gli studenti delle scuole medie superiori e inferiori presenti nel territorio della giurisdizione, comprendente i Comuni, oltre che di Vittoria, anche di Comiso, Chiaramonte Gulfi e Acate. In particolare, nella mattinata odierna, a Scoglitti, il Comandante della Compagnia Carabinieri, Cap. Daniele Plebani, ha incontrato il dirigente scolastico, i professori e gli alunni delle classi 5^ elementari e delle 1^, 2^ e 3^ media dell’Istituto Comprensivo “L. Sciascia”: nell’occasione si è parlato del tema della legalità, con riferimento…

ARRESTATI I MANDANTI DELL'OMICIDIO DELL'OCULISTA CHE SI OPPONEVA ALLE VACCHE DELLA 'NDRANGHETA

SEQUESTRATA DISCARICA VICINO AREZZO

DISCARICA SEQUESTRATA VICINO LIVORNO

PRIMI SPRAZZI DI VERITÀ SU OMICIDIO BRANDIMARTE

COSA NOSTRA DI PALERMO E CARINI: SEQUESTRO DA OLTRE UN MILIONE

CGIL AREZZO CONTRO LA MAFIA

ARRESTO IN ODOR DI MAFIA VICINO AREZZO

SCANDALO: AGENTI DEA CORROTTI DA NARCOS COLOMBIANI

COMUNICATO DIA / CC SU SEQUESTRO BRANDONISIO

Direzione Investigativa Antimafia Comando Provincia Carabinieri di Foggia Centro Operativo di Bari COMUNICATO STAMPA Cerignola (FG). La Direzione Investigativa Antimafia di Bari, unitamente ai Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia, coordinati dalla Procura della Repubblica di Foggia, hanno effettuato il sequestro preventivo di numerosi beni, per un valore di due milioni di euro, nei confronti di BRANDONISIO Arcangelo, noto pluripregiudicato cerignolano, disposto dal G.I.P. presso il Tribunale di Foggia - dott.ssa Michela VALENTE. Il provvedimento segna il culmine di una complessa attività di polizia giudiziaria condotta dalla Compagnia Carabinieri di Cerignola, con la quale veniva individuata un’articolata associazione a delinquere, con a capo il BRANDONISIO, dedita alla ricettazione ed alla successiva vendita di merce (televisori, condizionatori, c…

COLPITA LA 'NDRANGHETA CON SEQUESTRO AD AREZZO ED IN ALTRE CITTÀ

OPERAZIONE DIA /CC A CERIGNOLA (FOGGIA)

Direzione Investigativa Antimafia Comando Provincia Carabinieri di Foggia Centro Operativo di Bari COMUNICATO STAMPA Cerignola (FG). La Direzione Investigativa Antimafia di Bari, unitamente ai Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia, coordinati dalla Procura della Repubblica di Foggia, hanno effettuato il sequestro preventivo di immobili, disponibilità finanziarie ed attivita’ imprenditoriali, per un valore di due milioni di euro, nei confronti di BRANDONISIO Arcangelo, noto pluripregiudicato, appartenente al clan Piarulli-Ferraro di Cerignola.. Particolari sull’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terra’ alle ore 10 presso gli uffici del Comando Provinciale CC di Foggia.

CALLERI (FONDAZIONE CAPONNETTO) MAFIE PRIMO PROBLEMA

solo testo 18:01, Mercoledì 25 Marzo 2015 AGI Calabria Cronaca cod. RCZ1079 960 Car. Apri in Pop-up Salva Stampa Invia per E.mail Notizie simili nel Notiziario Storico Priorità bassa Mafie: Fondazione Caponnetto, primo problema della patria (AGI) - Roma, 25 mar. - "Su una cosa si deve essere chiari: il primo problema della nostra patria e' la mafia, non chi la combatte". A parlare e' Salvatore Calleri, presidente della Fondazione Caponnetto, in occasione del convegno "Il contrasto alle mafie nella dimensione nazionale, regionale e locale", organizzato dalla Commissione parlamentare antimafia nell'aula del palazzo dei gruppi della Camera. "Oggi piu' che mai e' importante riflettere su come combattere la mafia. Bisogna essere moderni ed aggiornare le modalita' di contrasto per non essere piu' un passo indietro ma un passo avanti ai mafiosi. L'iniziativa promossa dalla presidente Bindi e' molto importante per fare il punto …

LA SPIA SU LA MAFIA AD ENNA

POLIZIA ARRESTA ESPONENTE CLAN DEGLI ZINGARI

OTTAVIANO: 10 FERITI IN TENTATA RAPINA DA FAR WEST

CASE POPOLARI DELLA CAMORRA

CROCETTA TRATTA ANCHE DEL CASO CARA DI MINEO

Oggi alla iniziativa della commissione antimafia in presenza del Presidente della Repubblica Mattarella e dei presidenti di camera e senato nel suo intervento Rosario Crocetta ha detto che cosa nostra è stato il modello organizzativo per le altre forme mafiose. Crocetta ha inoltre trattato il tema del cara di Mineo ed il caso della mafia che ruba i terreni.

ROSY BINDI CITA LA INFILTRAZIONE IN ITALGAS

Oggi alla iniziativa della commissione antimafia in presenza del Presidente della Repubblica Mattarella e dei presidenti di camera e senato nel suo intervento Rosy Bindi ha citato la questione Italgas (infiltrata dalla mafia e per questo a suo tempo commissariata).

OPERAZIONE CONTRO 'NDRANGHETA A ROMA

ndrangheta: polizia arresta a Roma esponenti del clan Crea (AGI) - Roma, 25 mar. - E' in corso, dalle prime ore di questa mattina, una operazione della Polizia di Stato, con diversi arresti nei confronti di esponenti della criminalita' calabrese. L'operazione, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, ha portato all'arresto di esponenti della famiglia Crea, originari dell'alto Ionio reggino, in particolare del paese di Stilo, in provincia di Reggio Calabria, ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi e accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico, per aver agevolato l'operativita' della 'ndrangheta, con articolazioni territoriali operanti in Calabria e nella provincia di Roma per il controllo delle attivita' illecite sul territorio. Il gruppo criminale gestiva diverse attivita' commerciali nel quartiere romano di Primavalle e si era inserito nel tess…

AL VOTO SUL DDL ANTICORRUZIONE

GIOVANE UCCISO NEL BARESE

SAN CASCIANO (FIRENZE): INCAPPUCCIATI TENTANO DI RAPINARE AUTISTA BUS

DIA REGGIO CALABRIA: SEQUESTRO GRILLO

PROCURA DELLA REPUBBLICA Centro Operativo Reggio Calabria presso il Tribunale di Reggio Calabria DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA COMUNICATO STAMPA DIA REGGIO CALABRIA: SEQUESTRO BENI PER DUE MILIONI DI EURO. La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria, a seguito di una proposta avanzata dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, ha eseguito un decreto di sequestro beni emesso dal locale Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione - nei confronti di GRILLO BRANCATI Vitaliano, 55enne, nativo di Villa San Giovanni (RC). Il proposto è stato tratto in arresto nell’operazione “Meta”, nella quale, nel giugno del 2010, con Ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Reggio di Calabria, fu disposta l’applicazione della custodia cautelare in carcere nei confronti di nr. 42 soggetti, facendo luce sulle molteplici attivit…

LA SPIA SU AREZZO

SCU: 11 ARRESTI