Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2019

Operazione Erba di Grace - Illecita coltivazione di sostanze stupefacenti a Firenze

Comando Provinciale Firenze I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze stanno eseguendo dall’alba, tra la provincia di Reggio Calabria e Pistoia, 6 fermi di indiziato di delitto per illecita coltivazione di sostanze stupefacenti, aggravata dall’aver agito nell’interesse di un clan della ‘ndrangheta. I provvedimenti restrittivi rappresentano la fase finale dell’operazione “Erba di Grace”, che aveva già consentito al G.I.C.O. (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) della Guardia di Finanza di Firenze, verso la fine del 2017, di sequestrare, all’interno di un vivaio dell’agro pistoiese, la più grande coltivazione di marijuana mai scoperta in Toscana, con 3.185 piante, equivalenti a oltre 350.000 dosi di sostanza stupefacente, e di procedere all’arresto di 5 persone colte in flagranza di reato. La successiva fase delle indagini ha consentito di ricostruire tutte le fasi della filiera produttiva – dalla preliminare organizzazione della serra e semina …

OSTIA - CLAN FASCIANI È MAFIA

Operazione Magma - Vasta operazione contro la ‘Ndrangheta

Comando Provinciale Reggio Calabria Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, unitamente a personale del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, dalle prime luci dell’alba, con la cornice di sicurezza offerta da elicotteri del Comparto AeroNavale del Corpo, stanno eseguendo un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in carcere e agli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di 45 soggetti accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, traffico internazionale di sostanze stupefacenti, detenzione di armi e rapina aggravate dall’utilizzo del “metodo mafioso” e della transnazionalità del reato. L’esecuzione delle odierne misure cautelari personali rappresenta l’epilogo di un’importante e complessa indagine della Direzione Distrettuale Antimafia…

Omicidio a Napoli, giustiziato un uomo in auto

Operazione Grande Raccordo Criminale - 51 arresti tra Lazio, Calabria e Sicilia

Comando Provinciale Roma 400 militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, con il supporto di elicotteri ed unità cinofile, stanno eseguendo – nel Lazio, in Calabria e in Sicilia – un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del locale Tribunale, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, nei confronti di 51 persone (50 in carcere e 1 ai domiciliari), appartenenti a un’organizzazione criminale dedita al traffico di sostanze stupefacenti, con base nella Capitale. All’esito delle indagini coordinate dalla D.D.A. capitolina, gli specialisti del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno smantellato uno strutturato sodalizio dedito al traffico di cocaina e hashish, capeggiato dai pregiudicati F.P. (il capo ultrà ucciso il 7 agosto scorso al Parco degli Acquedotti) e F.F.. F., in particolare, si colloca sulla scena criminale quale importante broker del narcotraffico capitolino, dotato di qualificate relazioni sia sul fronte d…

Digos: perquisizioni in tutta Italia a gruppi di estrema destra

Perquisizioni in tutta Italia da parte della Digos di Enna che, insieme agli omologhi uffici di Siracusa, Milano, Monza Brianza, Bergamo, Cremona, Genova, Imperia, Livorno, Messina Torino, Cuneo, Padova, Verona, Vicenza e Nuoro hanno eseguito 19 decreti nei confronti di militanti di estrema destra indagati per costituzione e partecipazione ad associazione eversiva ed istigazione a delinquere. L’attività è stata svolta sotto il coordinamento della Direzione centrale polizia di prevenzione - Servizio per il contrasto dell’estremismo e del terrorismo interno e con la collaborazione del Servizio della Polizia Postale e delle Comunicazioni. L’operazione “Ombre nere” di questa mattina, trae origine dal monitoraggio di gruppi di estrema destra locali tutti accomunati dal medesimo fanatismo ideologico ed intenzionati a costituire un movimento d’ispirazione filonazista, xenofoba ed antisemita denominato “Partito Nazionalsocialista Italiano dei Lavoratori”.
Alcuni indagati avevano a disposizio…

CATANIA: LA D.I.A. SEQUESTRA BENI PER UN VALORE DI 1.000.000,00 DI EURO AD ESPONENTE DI SPICCO DEL CLAN LAUDANI DI CATANIA.

Direzione Investigativa Antimafia

COMUNICATO STAMPA


Nella mattinata odierna personale della Direzione Investigativa Antimafia di Catania sta eseguendo un decreto di sequestro beni emesso dal Tribunale di Catania - Sezione Misure di Prevenzione - su proposta avanzata dal Direttore della D.I.A. Gen. Div. Giuseppe GOVERNALE, nei confronti di DI MAURO Orazio Salvatore cl. 1966, esponente di spicco del clan mafioso Laudani e legato alla famiglia mafiosa catanese SANTAPAOLA.
DI MAURO Orazio Salvatore è coniugato con SCUDERI Giovanna, nipote diretta del patriarca LAUDANI Sebastiano, (capo storico e patriarca del clan mafioso catanese dei LAUDANI intesi Mussi i ficurinia, condannato all'ergastolo per associazione mafiosa, omicidio ed estorsione.
Storico alleato del clan Santapaola, il LAUDANI, agli inizi degli anni '90, è stato uno dei protagonisti della guerra di mafia contro le cosche dei Cursoti, dei Cappello e dei Pillera tra il 1991 e il 1992, causò oltre 200 omicidi; è colui al …

DE RAHO SU MAFIA NIGERIANA E CINESE IN TOSCANA

De Raho procuratore antimafia nazionale oggi ha detto:
"La mafia cinese esiste come quella nigeriana: abbiamo indicazioni chiarissime in Toscana, con il metodo del modello mafioso e il capo cosca adorato come un dio: davanti al luogo in cui permaneva, c'erano file di autovetture i cui conducenti scendevano solo per baciargli la mano" .



ACCOLTELLATA COPPIA A FIRENZE

Sequestrati beni per 17 milioni di euro al "ras degli pneumatici" colluso con Cosa nostra

Comando Provinciale Palermo Il Tribunale di Palermo - Sezione Misure di Prevenzione, su richiesta della Procura della Repubblica, ha emesso un provvedimento di sequestro di aziende, disponibilità patrimoniali e finanziarie nei confronti di G.V. cl. ’48, noto imprenditore palermitano nel settore della vendita ed assistenza di pneumatici, per un valore complessivo di oltre 17 milioni di euro. Nell’imponente operazione sono stati impegnati oltre 50 finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Palermo, con il supporto di elicotteri della Sezione Aerea di Palermo, che hanno sottoposto a sequestro aziende, quote societarie, immobili, conti correnti bancari, polizze assicurative, cassette di sicurezza e auto/motoveicoli. L’attività di indagine è stata condotta dagli specialisti del G.I.C.O., che hanno sottoposto al setaccio atti giudiziari e informazioni patrimoniali, che riguardano un arco temporale di oltre 40 anni. La ricostruzione operata dai giudici della Sezione Misure di…

Operazione Montagna fantasma - Sequestrata maxi discarica a Messina

Comando Provinciale Messina I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina e del Reparto Operativo Aeronavale di Palermo, nell’ambito di indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Messina, stanno procedendo al sequestro preventivo, disposto dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale peloritano, di un'area di circa 12 mila metri quadri, sita a Messina, in Contrada San Corrado del Rione Gravitelli, trasformata in discarica abusiva a cielo aperto. Le investigazioni - condotte dagli specialisti del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria e dai militari della Stazione Navale di Messina - sono state rivolte nei confronti delle ditte e società - anche registrate come ONLUS - riconducibili ai congiunti M.D. (cl. 66) e M.G. (cl. 87), operanti nel settore del movimento terra. I predetti principali indagati, con il supporto di terzi fiancheggiatori, pure indagati, hanno illecitamente sversato una quantità smisurata di rifiuti speciali, costituita da materiali di risulta derivan…

Blitz anticamorra nel Rione Sanità di Napoli, 19 arresti

(ANSA) - NAPOLI, 26 NOV - Da mille a ventimila euro: è il tariffario del "pizzo" che veniva imposto dal clan Mauro nel rione Sanità di Napoli: è emerso anche questo dall'indagine dei carabinieri di Napoli che, coordinati dalla DDA, all'alba di oggi hanno eseguito 19 misure cautelari (18 in carcere e una ai domiciliari) nei confronti di altrettanti indagati ritenuti affiliati alla camorra. I reati contestati, a vario titolo, sono associazione a delinquere di stampo camorristico, associazione dedita al traffico di droga ed estorsioni, aggravate dal metodo e dalla finalità mafiosa. Tra i destinatari figura anche il capoclan della cosiddetta zona dei "Miracoli", Ciro Mauro, 67 anni, detto "ò milionario". Gli investigatori hanno fatto luce, tra l'altro, sulle alleanze e sulle contrapposizioni degli ultimi anni e anche sul clima di omertà che regnava nell'antico rione napoletano: per paura di ritorsioni, imprenditori e commercianti non denunciav…

RIMINI: FRODE IN COMPETIZIONI DI DANZA SPORTIVA, 8 INDAGATI TRA GIUDICI E ISTRUTTORI

Rimini, 26 nov. (Adnkronos) - Nelle province di Milano, Monza-Brianza, Varese, Terni, Reggio Calabria, Matera e Bari, i carabinieri di Rimini, al termine di una complessa attività investigativa, coadiuvati nelle fasi esecutive dai comandi dell'Arma territorialmente competenti, hanno dato esecuzione a 7 provvedimenti cautelari interdittivi e coercitivi emessi dal Gip del Tribunale di Rimini nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, del reato di frode in competizioni sportive in concorso. In particolare è stato applicato il divieto di esercitare professioni o rivestire incarichi all'interno di società sportive per la durata di sei mesi a un istruttore di danza e due giudici federali della Fids (la Federazione italiana danza sportiva) e l'obbligo quotidiano di presentazione alla polizia giudiziaria per un direttore di gara Fids e tre istruttori di danza. Dall'indagine è emersa l'esistenza di un articolato sistema fraudolento, che ave…

Sequestro di esplosivo, armi e stupefacenti a Nuoro

I Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Nuoro, unitamente al personale della Compagnia Carabinieri di Nuoro, delle unità cinofile dello Squadrone Cacciatori di Abbasanta e delle Squadriglie di Nuoro e di Pratobello, hanno sequestrato 600 kg di marijuana pronta per essere commercializzata, un fucile cal. 12, una pistola cal. 9x21 e  2 pistole cal 7,65 con matricola abrasa, una pistola cal. 38 S&W e munizionamento vario, 1,8 kg. di esplosivo del tipo gelatina da cava, 10 metri di miccia detonante e a lenta combustione, 70 grammi di cocaina, denaro per oltre 13.000€ e 59 monete antiche di interesse archeologico. L’operazione, che ha portato in carcere tre persone, tutti con precedenti di polizia, è il frutto di tutta una serie di controlli predisposti e attuati già da tempo su tutta la provincia nuorese e concentratisi negli ultimi giorni proprio in quel comune, controlli che permettevano, nel corso di un normalissimo servizio di perlustrazione nel centro abit…

BERGAMO - 3 arresti per sequestro di persona, lesione, minacce ed estorsione

Comando Provinciale Bergamo I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo hanno eseguito un’ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere nei confronti di 3 soggetti pluripregiudicati. Tra le persone tratte in arresto due fratelli residenti in Briatico (CZ) con diverse denunce e precedenti anche per 416 bis (associazione di tipo mafioso) e un imprenditore bergamasco, di Ponteranica (BG), gravato da condanna per reati tributari. Il provvedimento di arresto, firmato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bergamo, dottoressa Federica Gaudino, su richiesta del Sostituto Procuratore della locale Procura della Repubblica, dr. Emanuele Marchisio, rappresenta l’epilogo di un’indagine, denominata “Pay to live” condotta dal Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Bergamo, per far luce sui legami tra un cinquantaseienne bergamasco con interessi nella vendita e noleggio di autoveicoli e due persone vicine ad ambienti ‘ndranghetisti, della cu…

Bari: traffico internazionale di stupefacenti, tre arresti

Arrestate questa mattina, a Bari, tre persone per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L’attività investigativa è iniziata a metà dello scorso ottobre su segnalazione del Servizio di cooperazione internazionale di Polizia della presenza, alla dogana di Dresda (Germania), di un pacco contente bottiglie di birra che in realtà celavano, all’interno, sostanza stupefacente del tipo ecstasy in forma liquida, destinato a un indirizzo di Bari. Grazie alla cooperazione internazionale e alla supervisione del Servizio centrale operativo che ha autorizzato l’attività sotto copertura, i poliziotti della Dogana di Dresda hanno trasportato a Bari le bottiglie consegnandole alla Squadra mobile. Il monitoraggio, una volta consegnato il pacco, ha permesso di capire che la droga non era destinata a chi aveva ricevuto la spedizione. Chi aveva preso la droga era un semplice intermediario che si era offerto a prestare il suo nome ed indirizzo per la consegna, in cambio di poche centinaia di e…

Frode sportiva: 3 arresti della Postale di Catania

Frode in competizioni sportive è l’accusa rivolta a tre persone arrestate dalla Polizia postale di Catania. Si tratta del titolare di un centro scommesse, di un dipendente di una ditta privata e di un calciatore. L’indagine ha origine dalla denuncia del titolare di una agenzia di scommesse di Catania che lamentava la sottrazione di migliaia di euro da alcuni suoi conti per il gioco online tramite accessi abusivi informatici da parte di ignoti. La frode informatica ha successivamente delineato altre responsabilità e condotto gli investigatori ad indagare su un altro reato che emergeva: frode in competizioni sportive. Infatti, le intercettazioni e le analisi informatiche dei diversi smartphone sequestrati nel corso delle perquisizioni ai tre indagati, mettevano in luce l’esistenza di frodi in competizioni calcistiche di Lega Pro. In particolare, i primi due, al fine di ottenere un profitto dalle vincite di scommesse sportive, servendosi della collaborazione di una terza persona, all’ep…

Operazione “People1” contro il cybercrime

Violate centinaia di credenziali di accesso a dati sensibili, rubate migliaia di informazioni private contenute in archivi informatici della pubblica amministrazione relative a posizioni anagrafiche, contributive, di previdenza sociale e dati amministrativi appartenenti a centinaia di cittadini e imprese del nostro Paese. È quanto è stato scoperto dagli investigatori del Servizio Polizia postale e delle comunicazioni, che hanno arrestato, a Sanremo (Imperia), un uomo di 66 anni esperto di sistemi informatici e denunciato altre sei persone. Durante l’operazione sono state eseguite diverse perquisizioni che hanno interessato anche alcune agenzie investigative. Gli indizi raccolti durante le indagini indicavano proprio il 66enne come il principale responsabile di ripetuti attacchi ai sistemi informatici di numerose Amministrazioni centrali e periferiche italiane, attraverso i quali sarebbe riuscito ad intercettare illecitamente centinaia di credenziali di autenticazione (userID e passwo…

Maxi sequestro di sigarette di contrabbando

Comando Provinciale Palermo Militari della Guardia di Finanza di Palermo unitamente alla componente aeronavale del Corpo e con il supporto dei Reparti territoriali di Trapani e Siracusa, nell’ambito di un articolato dispositivo di contrasto ai traffici illeciti via mare, che interessano in modo significativo il territorio siciliano, hanno portato a termine una rilevantissima operazione di servizio che ha portato all’arresto di 17 soggetti - italiani, libici ed egiziani, con il sequestro di 8 imbarcazioni utilizzate per il trasporto di 6,7 tonnellate di tabacchi lavorati esteri prodotti in Tunisia e negli Emirati Arabi Uniti, oltre a 160.000 euro in contanti. Gli interventi, condotti in contemporanea, con l’impiego di numerosi mezzi aerei e navali, costieri e alturieri, del Reparto Operativo Aeronavale di Palermo e del Gruppo Aeronavale di Messina, in coordinamento con gli investigatori del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Palermo, hanno interessato i tratti di mare prospici…

Milano, specializzati in furti di prodotti di lusso: 6 arresti

I furti di lusso erano la loro specialità: abbigliamento, telefonia e ottica nel mirino di 6 persone finite in manette, questa mattina, dopo un’indagine della Squadra mobile di Milano. Ai componenti della banda, un italiano e 5 sudamericani, sono stati attribuiti circa 15 furti commessi ai danni di esercizi commerciali, tra aprile 2017 e giugno 2018, per un valore stimato di 800 mila euro. Le numerose intercettazioni telefoniche e ambientali delle autovetture degli indagati, i servizi di osservazione e pedinamento, l’analisi dei tabulati telefonici e i riscontri hanno permesso agli investigatori d’individuare anche il covo in un garage di Buccinasco, comune del milanese, dove veniva custodito il bottino dei colpi. Gli agenti sono riusciti a ricostruire anche il ruolo rivestito da ciascuno dei componenti dell’organizzazione.
L’italiano e un cittadino di origine cilena erano i capi e promotori dell’organizzazione e mettevano a disposizione degli altri, schede telefoniche e la loro stess…

Arrestati due trafficanti di droga - Sequestrati due quintali di hashish

Comando Provinciale Palermo I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Palermo alle prime ore dell’alba hanno arrestato a Napoli e Palermo due trafficanti di droga, responsabili di una spedizione a Palermo di quasi due quintali di hashish contenuti in otto cartoni individuati presso un centro di smistamento postale di Carini (PA). Il sequestro, eseguito lo scorso mese di giugno, è originato dal costante monitoraggio delle spedizioni che presentano particolari indici di anomalia, effettuato sistematicamente dagli uomini della Sezione del G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Palermo specializzata nel contrasto al traffico di stupefacenti. Ed infatti, a seguito dell’analisi dettagliata delle informazioni contenute nei data base di un’ignara ditta di spedizioni, si riusciva a risalire alla spedizione sospetta, proveniente da Nocera Inferiore (SA), appurando, altresì, chi fossero i soggetti interessati al ritiro dei pacchi contenenti la droga, che per un disguido tecnico …

Sequestrato grosso carico di droga. Arrestati due corrieri.

Comando Provinciale di Catania - Catania, 20/11/2019 14:16 I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato nella flagranza due pregiudicati catanesi di 29 e 51 anni, poiché ritenuti responsabili di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Grazie ad una sempre più profonda conoscenza delle dinamiche poste in essere dai gruppi criminali del capoluogo etneo, nella fattispecie di quelli operanti nel quartiere Librino – versante traffico e spaccio al minuto di sostanze stupefacenti – i militari, la scorsa notte, dopo un prolungato servizio di pedinamento, eseguito tra il viale Grimaldi 10 (in gergo conosciuta come Fossa dei Leoni)  e la zona di San Francesco La Rena, precisamente all’interno del Villaggio Azzurro, hanno osservato i due soggetti giungere sul posto, scendere da una Lancia Y e intanto che uno, il 51enne, indugiava sul ciglio della strada per controllare che non arrivassero “curiosi”, l’altro addentrarsi in un fond…

20 arresti per corruzione

Nucleo Speciale Anticorruzione In data odierna, i militari del Nucleo Speciale Anticorruzione, su delega della Procura della Repubblica di Roma, nell’ambito delle attività tese a contrastare il fenomeno della corruzione nella P.A., hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali, emessa dal G.I.P. di Roma, nei confronti di 20 soggetti, tra cui 8 funzionari pubblici e 12 privati imprenditori. In particolare, sono stati effettuati 14 arresti, di cui 4 in carcere, 38 perquisizioni nei pubblici uffici, nelle società e nelle abitazioni, e sono stati notificati 6 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. Le complesse attività investigative, effettuate anche attraverso l’esecuzione di molteplici intercettazioni telefoniche e ambientali e acquisizioni documentali, hanno messo in luce un sistema basato su accordi collusivi tramite il quale svariati contratti pubblici sarebbero stati affidati a imprenditori compiacenti. I funzionari pubblici, che in…