Passa ai contenuti principali

FONDAZIONE CAPONNETTO INIZIATIVE 2013



INIZIATIVE 2013 FONDAZIONE CAPONNETTO

4 gennaio - Premio Mediterraneo
18 gennaio - incontro a Fano
26 gennaio - ricevuto il totem della pace
2 febbraio - iniziativa a Fabro in ricordo di Peppino Impastato
4 febbraio - vertice antimafia a Gaeta
7 febbraio - seminario a Reggio Emilia
12 febbraio - incontro con Presidente Regione Umbria
15/16 febbraio - iniziativa a Selvazzano Dentro
18 febbraio - cgil calabria borsa studio in ricordo Caponnetto
20 febbraio - iniziativa Rufina con  Silvia Della Monica
6 marzo - iniziativa ad Empoli
15 marzo - intervento alla Luiss
17 marzo - intervento in difesa del Sen. Giarrusso
 25 marzo - incontro al Colombini di Piacenza
26 marzo - iniziativa confesercenti a Firenze
8 aprile - iniziativa a Calenzano con lo Spi Cgil
12 aprile - iniziativa condomini e mafia a Villa Montalvo Campi Bisenzio
12 aprile - intervento sulla criminalità albanese a Firenze
 19 aprile - iniziativa al Colombini di Piacenza
22-24 aprile – iniziativa a Sciacca
26 aprile - iniziativa alle Piagge (Firenze)
3 maggio - incontro con Totti
7 maggio - incontro con il questore di Firenze
9 maggio - intervento sulla dia di Malpensa
9/12 maggio- partecipazione ad aut aut
18 maggio - diventa operativo l'OMCOM
19 maggio - iniziativa a Tavarnelle
 20 maggio - incontro con questore Germanà a Piacenza
 20 maggio - incontro al Colombini di Piacenza
23 maggio - iniziativa a Leporano
23 maggio - partecipazione nave della legalità
25 maggio - iniziativa a Scandiano
27 maggio - intervento in ricordo dei Georgofili
27 maggio – iniziativa Fidapa Montecatini con Proc. Pennisi Dna
3 giugno - intervento sul caso media padana
6 giugno - intervento in difesa di Adriana Musella
2 luglio - presentazione report sulla mafia a Prato
luglio si conclude progetto legalmente in Umbria
11 luglio - iniziativa con i baschi verdi ad Orvieto
19 luglio - presentazione report a Palazzo Vecchio sulla mafia in Toscana
20 luglio - presentazione report a Legri
21 luglio - presentazione report a Pistoia
23 luglio - presentazione report a Calenzano 
24 luglio - presentazione report a Viareggio con Libera
24 luglio - iniziativa per cambiare il 416 ter
25 luglio - viene confermato osservatorio sulla mafia a San Marino
26 luglio - intervento su operazione antimafia ad Ostia
27 luglio - presentazione report mafia in Liguria
30 luglio - intervento in difesa di Di Matteo
30 luglio - partecipazione ad osservatorio nel basso Lazio
30 luglio - incontro a Fucecchio sulla mafia in Toscana
31 luglio - nasce il centro analisi del medio Tirreno
10 agosto - presentazione report a Marina di Carrara
12 agosto - iniziativa a Rosignano
23 agosto - intervento su vicenda Suvignano
13 settembre - intervento sull'omertà in Toscana
21 settembre - presentazione a Pisa del report con prefetto Tagliente
25 settembre - intervento in difesa di Crocetta 
30 settembre - iniziativa arci villamagna con libera
11 ottobre - conclusione progetto sentinelle
13 ottobre - iniziativa a Santa Brigida "non ci casco" con lo Spi Cgil
14 ottobre - solidarietà al magistrato Seccia
14 ottobre - presentazione report a Greve
16 ottobre - iniziativa Talk Legacy con Fondazione Sistema Toscana ed Europe Direct
19 ottobre - 3° vertice antimafia a San Marino
19 ottobre - iniziativa San Giovanni Valdarno
22 ottobre - iniziativa al Lions di Rimini
22 ottobre - iniziativa Luiss Roma su "Undercover activity"
24 ottobre - intervento in difesa del Sen Giarrusso
24 ottobre - intervento su Med News
26 ottobre - audizione in consiglio regionale della Toscana sulla presenza della mafia
26 ottobre - iniziativa in Sicilia
27 ottobre - intervento al tavolo tecnico sul 416 ter alla Leopolda
28 ottobre - iniziativa con i giovani Pd a Bagno A Ripoli 
30 ottobre - iniziativa Arci Pelago 
9 novembre - intervento su scandalo rifiuti tossici in Toscana
9 novembre - iniziativa a Le Sieci con lo Spi Cgil
12 novembre - iniziativa su arti marziali e lotta alla mafia presso il Centro Sferologico di Ponte a Ema
18 novembre - iniziativa con 2500 studenti nella rassegna della legalità a Roma
21 novembre - presentazione Fondazione Caponnetto con Rosy Bindi alla camera
21 novembre - presentazione proposte antimafia
23 novembre - 19° vertice antimafia con Pietro Grasso Presidente del Senato
29 novembre - presentazione a Brescello del report sulla mafia in Emilia Romagna
6 dicembre - premio Caponnetto alla catturandi
7 dicembre - documento basta con la mafia
8 dicembre - intervento a Vicofaro
13 dicembre - presentazione del report sulla mafia a San Marino
13 dicembre - Assisi
16 dicembre - iniziativa sugli appalti a Reggiolo
Oltre a ciò il progetto sentinelle ha coinvolto in Toscana, Friuli, Veneto e Lazio circa 15.000 studenti.

Post popolari in questo blog

LE MINACCE DI MAFIA A SALVO PALAZZOLO DEVONO FARCI RIFLETTERE di Giuseppe Lumia

Non sono le solite minacce, che comunque sono sempre gravi e non vanno mai sottovalutate soprattutto quando provengono dalla mafia.

Salvo Palazzolo ha messo  in evidenza che in un quartiere popolare di Palermo, famoso ahimè nel mondo, lo Zen, sono state distribuite derrate alimentari da parte di un certo Cusumano, il cui fratello era stato già coinvolto in fatti di mafia. Si tratta di tutto un mondo legato ai Lo Piccolo, che esercitano ancora il loro dominio su diversi  mandamenti mafiosi.

Perché c’è da rifletterci sopra? Perché per la mafia è decisivo mantenere un suo perverso sistema di welfare sociale, non per dispensare beneficenza o diritti ma per esercitare un dominio potente e soffocante.

Cambiano i capi, si alternano le leadership, da Riina e Provenzano a Matteo Messina Denaro e ai giovani come i rampolli dei Greco, ma per loro è sempre indispensabile tenere sotto i tacchi la vita quotidiana di chi soffre ed è in difficoltà reale.

Questo consente ai boss di mantenere in piedi…

PIERA AIELLO: È UN ONORE ESSERE TRA LE 100 DONNE DEL 2019

Con grande onore sono stata inserita nel programma della BBC  “100 women of 2019” dove hanno partecipato anche  donne vincitrici del premio Nobel. Ringrazio la BBC e dedico questa nomination alla mia famiglia, a Rita Atria e a Paolo Borsellino, persone a me care che mi hanno permesso di essere la donna che sono oggi.

MATTARELLA 40 ANNI DOPO. HA ANCORA SENSO FARE MEMORIA PERCHÉ ATTUALISSIMO E PERCHÉ LA VERITÀ NON È VENUTA FUORI di Giuseppe Lumia

Dall’omicidio di Piersanti  Mattarella sono passati ben 40 anni. Non sono pochi. L’oblio per anni aveva preso il sopravvento. Adesso bisogna ritornarci, ritornarci con rigore  e capire di più e consegnare così alle nuove generazioni una memoria di Mattarella potente, potremmo dire “pericolosa” perché non scontata, burocratizzata, addomesticata ma viva, dinamica che vuole il cambiamento e vuole ispirare chi intende liberarsi dalla mafia e dal  suo sistema di relazioni.

Il Leader politico e il Presidente della Regione Mattarella aveva ben tre muri da abbattere per realizzare il suo sogno di cambiamento:

1) Il muro di Cosa Nostra. Un muro consolidato e costruito in due secoli di penetrazione nella società, nell’economia e nella politica. La Democrazia Cristiana scelse nel dopoguerra di andare a patti con la mafia in funzione anti-sinistra dopo che nel 1947, alle prime elezioni libere per l’elezione dell’Assemblea Regionale, vinse il “Blocco del Popolo”. Con la strage di Portella delle G…