Passa ai contenuti principali

Post popolari in questo blog

DIA: CONFISCATO PATRIMONIO PER OLTRE 7 MILIONI DI EURO AD IMPRENDITORE CONTIGUO AL CLAN MAFIOSO DEI “BARCELLONESI”

  DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA COMUNICATO STAMPA DIA: CONFISCATO PATRIMONIO PER OLTRE 7 MILIONI DI EURO  AD IMPRENDITORE CONTIGUO AL CLAN MAFIOSO DEI “ BARCELLONESI” La Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito un decreto di confisca, emesso dal Tribunale di Messina, relativo all’ingente patrimonio nella disponibilità di noto imprenditore edile di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), risultato contiguo alla famiglia mafiosa “ barcellonese” storicamente egemone nella fascia tirrenica della provincia messinese. Il provvedimento scaturisce da complesse indagini economico-finanziarie condotte dalla DIA in stretto raccordo con la Procura Distrettuale diretta dal d ott. Maurizio De Lucia e confluite nella proposta di applicazione di misura di prevenzione patrimoniale formulata dal Direttore della DIA . Con il procedimento “ Gotha VII ” è stata giudizialmente confermata, tra l’altro, la caratura criminale del proposto, condannato per il reato di estorsione aggravata per aver agevolato l’

LA DIA CONFISCA SOCIETA’ E BENI IMMOBILI PER UN VALORE DI OLTRE 20 MILIONI DI EURO AD IMPRENDITORE REGGINO IN RAPPORTI DI STRETTA VICINANZA CON LA ‘NDRANGHETA.

COMUNICATO STAMPA    LA DIA CONFISCA SOCIETA’ E BENI IMMOBILI PER UN VALORE DI OLTRE 20 MILIONI DI EURO AD IMPRENDITORE REGGINO IN RAPPORTI DI STRETTA VICINANZA CON LA ‘NDRANGHETA. La Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito un provvedimento di confisca di beni emesso dal Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di FRASCATI Emilio Angelo, 64enne reggino, imprenditore molto noto nel settore della grande distribuzione alimentare e del commercio di autovetture. La confisca consegue al sequestro dei medesimi beni operato nel febbraio 2019 a seguito di una proposta formulata dal Direttore della DIA nel contesto di attività investigativa coordinata dal Procuratore Distrettuale della Repubblica di Reggio Calabria, Dr. Giovanni BOMBARDIERI.  Nell’odierno provvedimento il Tribunale ha riconosciuto nei confronti di FRASCATI una pericolosità sociale fondata principalmente sulle risultanze dell’operazione “Fata Morgana” (poi confluita nella “Ghota” ), nel cui ambito nel 2016 è stato tratt

Lucca: carabinieri trovano capannone con 327 piante di marijuana

  Lucca, 9 ott. (LaPresse) - Ieri mattina, nel comune di Altopascio, in provincia di Lucca, in località Marginone, i CArabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lucca hanno individuato e smantellato una piantagione di cannabis indica. I militari, allertati da alcune segnalazioni di operai dell'Enel che segnalavano delle anomalie nel funzionamento della rete elettrica e insoliti consumi di energia nella zona, hanno approfondito intensificando i servizi di controllo. Ed è proprio seguendo un cavo elettrico sospetto che i militari sono arrivati alla coltivazione illegale, che era stata perfettamente organizzata nei locali di un capannone industriale parzialmente in disuso. All'interno dei locali i Carabinieri hanno rinvenuto: 327 piante di cannabis indica alte dai 135 ai 180 centimetri, quasi tutte in piena fioritura, coltivate in vaso, 80 germogli della stessa pianta, pronti ad essere rinvasati, 300 dischetti di torba per germinazione, diverse confezioni di